facebook rss

Settimana della mobilità sostenibile,
Trenitalia Marche apre al pubblico
le porte delle sue officine (Video)

ANCONA - Le officine regionali sono le più importanti d'Italia dopo quelle del Lazio con un’estensione pari a 23 campi di calcio ed un magazzino ricambi che il secondo a livello italiano per valore, movimentando 14 milioni di euro di materiali
Print Friendly, PDF & Email
Interviste a Fausto Del Rosso, Ida Simonella e Angelo Sciapichetti

 

Un’estensione pari a 23 campi di calcio. Un magazzino ricambi, il secondo in Italia per valore, che movimenta 14 milioni di euro di materiali. Servizi manutentivi offerti al trasporto regionale di molte altre regioni d’Italia. Sono le officine della direzione regionale di Trenitalia di Ancona, seconda, in ordine d’importanza, solo a quella del Lazio. In occasione della Settimana europea della mobilità sostenibile hanno aperto i battenti a giornalisti e visitatori, che hanno potuto vedere da vicino un’eccellenza marchigiana, raggiungendola a bordo di un bus ibrido messo a disposizione dalla Maresca & Fiorentino. «C’è bisogno di un cambiamento di stile di vita – ha affermato l’assessore regionale ad Ambiente e Trasporti, Angelo Sciapichetti, prendendo parte all’evento –, per questo in questa settimana stiamo dando vita a numerose iniziative di sensibilizzazione verso l’uso dei mezzi pubblici. Le Marche purtroppo sono fanalino di coda nella ripartizione del fondo nazionale sul trasporto pubblico locale. Nonostante ciò investiamo più di 25 milioni di euro per rinnovare il parco automezzi per il trasporto urbano e 47 milioni per le ciclovie. Nel trasporto su ferro in ambito regionale, dopo la firma del contratto di servizio, abbiamo fatto grandi passi in avanti nella qualità e per questo ringrazio il direttore regionale di Trenitalia Fausto Del Rosso e tutte le maestranze del trasporto regionale. Sottolineo regionale, perché la Orte-Falconara, ad esempio, non è di nostra competenza e possiamo solo, e lo facciamo quasi quotidianamente, sollecitare Roma affinché risolva i problemi che la riguardano. Le officine di Ancona sono un fiore all’occhiello delle Marche e del centro Italia, i risultati sono ottimi, grazie alla serietà e qualità degli operatori qualificati che vi lavorano. Guardiamo al futuro in ottica collaborativa e costruttiva».

Ida Simonella e Angelo Sciapichetti

All’evento ha preso parte anche l’assessore ai Trasporti del Comune di Ancona, Ida Simonella, ed il direttore regionale di Trenitalia Marche, Fausto Del Rosso. «La mobilità sostenibile è già oggi nel trasporto pubblico locale su ferro che è naturalmente green – Del Rosso –. Offriamo trasporto a basso impatto ambientale e di questo siamo orgogliosi. Il confronto con la Regione è quotidiano per capire e rispondere sempre meglio alle aspettative dei nostri utenti».

Il trasporto regionale, nel quale lavorano 500 dipendenti, ha al suo attivo 42 locomotive E464, 11 treni Jazz, 8 Swing, 230 vetture media distanza, 4 Minuetto. Nelle Marche vengono effettuate 154 corse al giorno e percorsi quotidianamente 13.500 km, mentre in un anno sono 8,3 i milioni di viaggiatori che hanno fruito del servizio. 

(foto/video Giusy Marinelli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X