facebook rss

Festa della municipale,
standing ovation per Ferrauti
«Tornerà il vigile di quartiere»

ANCONA – Celebrato l’anniversario dei 159 anni del corpo, lunghi applausi per il pensionamento dello storico vicecomandante. Il sindaco promette il potenziamento del polizia municipale e il ritorno del vigile del quartiere. Encomi per gli agenti che si sono contraddistinti in servizio, un premio anche allo studioso che ha ricostruito la storia dei vigili urbani di Ancona
Print Friendly, PDF & Email

Il vice comandante della polizia municipale di Ancona, Franco Ferrauti, insieme alla comandante Liliana Rovaldi

 

 

Una standing ovation di qualche minuto per salutare Franco Ferrauti, storico vicecomandante della polizia locale dorica: 66 anni di cui 43 in servizio, quasi tutti passati sulle strade della città a rincorrere emergenze e cercare di districare la viabilità. A Ferrauti oggi sono stati consegnati i gradi da Tenente Colonnello e da ottobre lascerà il corpo della polizia municipale per la meritata pensione. È stato il momento di massima commozione che ha unito tutta la sala del Consiglio comunale a Palazzo degli Anziani, dove autorità e cittadini si sono riuniti stamane per festeggiare i 159 anni dalla fondazione della polizia municipale dorica. A fare gli onori di casa il sindaco Valeria Mancinelli e la comandante, Liliana Rovaldi che ha sottolineato come attualmente la polizia municipale, formata da 102 componenti, sia fortemente impegnata sul territorio. «La centrale operativa è il cuore pulsante della polizia municipale e lavora con orario 0-24 durante il giorno – ha spiegato Rovaldi – quando si alternano quattro agenti mentre nelle ore serali e notturne a rotazione tutti i componenti del comando si alternano con turni di 6 ore; i vigili appiedati sono coloro che vivono la realtà delle nostre strade e tutti i giorni a fianco a loro vorremmo operativi anche i vigili di quartiere che sono un punto di riferimento per i cittadini. A costoro si aggiungono gli agenti motociclisti e coloro che effettuano i rilievi di incidenti stradali». Durante la cerimonia è stato ricordato anche l’impegno della polizia municipale in occasione dell’emergenza neve e una particolare menzione è andata per il lavoro nelle vicinanze delle scuole per l’attraversamento dei bambini scuole: da quest’anno collaborano con gli agenti anche quattro volontari civici che svolgono un servizio in maniera completamente gratuita, mettendosi al servizio della comunità. Nel suo intervento il sindaco Valeria Mancinelli ha ringraziato per l’impegno profuso tutti gli agenti del corpo di polizia municipale per il ruolo svolto all’interno della città e ha assicurato che l’amministrazione investirà nel potenziamento del corpo in particolare anche per l’adozione del vigile di quartiere che rappresenta, insieme al aumento dell’organico, una priorità

Successivamente si è svolta la cerimonia per la consegna dei riconoscimenti al personale distintosi in servizio, encomi solenni per gli agenti Francesco Catalani Francesco, Massimiliano Petrella, Roberto Mattioni, Francesco Ragni, Moira Bitunni, Marco Coacci, Gaetano Di Dio, Fulvio Fornich, Aimone Maggi, Luca Monteburini, Alessandra Mosca, Monica Riccione. Nell’occasione è stato presentato anche il volume, Storia delle Guardie Municipali di Ancona (1859-1932) realizzato da Luca Guazzati e Mariano Moresi ed edito dal Circolo ricreativo e culturale del corpo della Polizia Municipale. All’agente scelto Moresi è stato consegnato l’attestato di riconoscimento per aver ricostruito “con una meticolosa ricerca” la storia del corpo di polizia municipale di Ancona.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X