facebook rss

Il Porto d’ Ascoli cede
al Fabriano Cerreto (0-1)

ECCELLENZA - Un gol di Stortini dopo 10 minuti (viziato da un fallo) regala i tre punti agli ospiti. I biancocelesti sprecano sei occasioni da rete. Alfonsi: «E' stata anche colpa nostra, ma questa è una squadra giovane che deve essere tutelata dagli arbitri». Tasso: «Vittoria importante contro un'ottima squadra». Risultati e classifica
Print Friendly, PDF & Email

di Benedetto Marinangeli

Tanta sfortuna e l’ imprecisione negli ultimi sedici metri costano caro al Porto d’Ascoli che deve cedere i tre punti al Fabriano Cerreto. Allo squadrone di Renzo Tasso (in campo almeno quattro calciatori lo scorso anno in D) è bastato, infatti, finalizzare con Stortini uno svarione difensivo biancoceleste al 10’ st per portare a casa i tre punti. Ma il Porto d’Ascoli può recriminare e lo fa al termine dell’ incontro con il suo tecnico Sante Alfonsi.

L’allenatore Sante Alfonsi (Foto Cicchini)

«Un errore sì – analizza – ma c’è stata anche una evidente trattenuta in area su Manoni con la maglia che si è allungata notevolmente. Un fallo netto non rilevato dall’arbitro. Poi è stata anche colpa nostra perché abbiamo sprecato sei palle gol nell’ arco dei novanta minuti. Ma anche l’arbitro ci ha messo del suo come ad esempio nel caso dell’ ammonizione di Sensi per un fallo inesistente. Ora domenica prossima dovremo fare a meno del nostro centrale più esperto perché sarà squalificato. Siamo una squadra giovane che deve essere tutelata. Comunque non ci fasciamola testa, dobbiamo continuare a lavorare a testa bassa anche se finora ci sta andando tutto storto. Prima o poi arriverà anche questa prima vittori».

Soddisfatto, invece, il tecnico ospite Renzo Tasso, ex centrocampista dell’Ascoli di metà anni Novanta. «E’ stata una partita difficile – commenta – contro un Porto d’Ascoli fisico ed organizzato. Una formazione di categoria. L’avevo visto a Montefano e mi aveva impressionato. Ed infatti nei primi dieci minuti abbiamo sofferto ma poi ci siamo espressi bene, disputando, una volta in vantaggio una gara ordinata».

Parte subito forte il Porto d’Ascoli che dopo solo un minuto spreca una comoda occasione con il giovane Verdesi che a porta spalancata spedisce il pallone alto sulla traversa. All’ 8’ è Schiavi a concludere sul fondo dopo una bella azione di prima. Al 26’ il Fabriano Cerreto reclama un rigore per una presunta spinta di Sensi su Galli in piena area di rigore. Alla mezzora ci prova Liberati la cui conclusione viene deviata in angolo da Santini. Al 35’ pt è Sensi a murare con il corpo una botta di Cenerini.

Nella ripresa al 10’ la Fortitudo Fabriano passa in vantaggio. Mischia in area del Porto d’Ascoli con Stortini che a porta vuota mette dentro. Il Porto d’Ascoli reagisce con Liberati, la cui rovesciata termina di poco alta sulla traversa. Alfonsi si gioca la carta Gaeta. Ed il nuovo entrato al 28’ st impegna il portiere ospite nella respinta ed un minuto dopo colpisce il palo da buona posizione con Liberati che però non finalizza il tap in. Al 36’ st è Manoni a mancare da due passi l’impatto con il pallone. Al 45’ il Porto d’ Ascoli resta in dieci per l’espulsione di Gabrielli che ha colpito a gioco fermo Bordi.

Nei cinque minuti di recupero prima Galli a tu per tu con Di Nardo si fa ipnotizzare dall’ estremo difensore biancoceleste, poi al 50’ Sensi al volo sfiora la traversa dopo una punizione di Di Nardo. Domani pomeriggio scende in campo il Grottammare che ospiterà la Biagio Nazzaro al “Pirani” alle ore 15.

PORTO D’ASCOLI (4-3-1-2): Di Nardo; Tassotti (41’st D’Alò), Manoni, Sensi, Leopardi; Schiavi, Gabrielli, Rossi (26’st Alighieri); Verdesi (21’st Gaeta); Kabasele, Liberati. A disp.: Verissimo, Traini, Polo, Granito, Massi, Gagliardi. All.: Alfonsi.

FABRIANO CERRETO (3-4-3): Santini; Stortini, Gilardi, Cenerini; Bordi, Baldini, Borgese, Bartolini; Giuliacci (42’st Benedetti), Galli, Gaggiotti (26’st Bartoli). A disp.: Rossi, Berettoni, Lucarini, Mariucci, Pistola, Montecchia. All.: Tasso.

ARBITRO: D’Incecco di Perugia.

RETE: 10’st Stortini.

Note: spettatori 200 circa. Espulso 45’st Gabrielli (P). Ammoniti: Sensi (P), Cenerini (F) e Galli (F). Angoli 9-3 per il Fabriano Cerreto. Recupero 0’+5′.

LE ALTRE GARE: Sassoferrato-San Marco Servigliano Lorese 2-1; domenica 7 ottobre ore 15,30 Atletico Gallo-Atletico Alma, Forsempronese-Camerano, Grottammare-Biagio Nazzaro, Monticelli-Marina, Pergolese-Montefano, Portorecanati-Tolentino, Urbania-Porto Sant’Elpidio. Classifica: Sassoferrato Genga 13, Fabriano Cerreto 11, Tolentino 10, Marina 9, Porto Sant’Elpidio 8, Atletico Gallo 7, Urbania 6; Forsempronese, Camerano e San Marco Servigliano Lorese 5; Portorecanati, Pergolese e Grottammare 4; Biagio Nazzaro e Atletico Alma 3, Porto d’Ascoli 2, Montefano 1, Monticelli 0.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X