facebook rss

L’Ura travolta in casa
dal San Benedetto Rugby

ANCONA- Nel primo match della Serie C1 GironeE/Poule 2 l’Unione Rugbistica Anconitana cade tra le mura amiche. Per Luigi Ricci la partita è stata compromessa “già nel primo tempo quando abbiamo concesso troppi vantaggi e punizioni che abbiamo pagato a caro prezzo"
Print Friendly, PDF & Email

Nel primo match della Serie C1 GironeE/Poule 2 l’Unione Rugbistica Anconitana cade tra le mura amiche sconfitta, nettamente dal San Benedetto Rugby. La formazione anconetana rimedia un sonoro 0-37 cadendo sotto i colpi di un avversario tonico e voglioso di portarsi a casa la prima posta in palio stagionale. Un primo tempo in cui i dorici hanno pagato lo scotto dell’esordio non riuscendo praticamente mai ad imporre la modalità di gioco provata in allenamento. Nella ripresa le cose sono andate progressivamente migliorando ma con un parziale di 0-20 rimettersi in carreggiata era impresa assai ardua. Sarà fondamentale ripartire dall’atteggiamento mostrato nella seconda parte di gara sin dal prossimo impegno in trasferta sul campo del Fano Rugby. I commenti a caldo nella sala stampa. Per Luigi Ricci la partita è stata compromessa “già nel primo tempo quando abbiamo concesso troppi vantaggi e punizioni che abbiamo pagato a caro prezzo. Nel secondo tempo invece siamo stati più disciplinati e qualcosa di buono si è visto, abbiamo avuto più possesso e in qualche situazione ci è mancata solo la zampata finale, che poteva rendere il risultato meno amaro. Sapevamo che sarebbe stata dura, il San Benedetto è una squadra che punta in alto, rodata e particolarmente fisica con un gioco semplice ma efficace, adatto alle loro individualità. Ripartiamo dal secondo tempo che non è assolutamente da buttare. Dobbiamo lavorare sodo e con umiltà, sono convinto che domenica faremo una grande prestazione”

UNIONE RUGBISTICA ANCONITANA: Fabretti, Mezzabotta Giandomenico Calcinaro Ricci F Lucamarini Brusca Ricci L(c) Lucchetti Garzetti Birtolo Bartolini Basili Zanoli Martini

A disposizione Basile Morresi Giovanetti Albanesi Carella Stazio Alderuccio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X