facebook rss

Talè, neo consigliere delegato alla Sanità:
«Politica detti la linea»

ANCONA - Quattro i punti deboli del settore individuati dal consigliere Pd, fresco di nomina: liste d'attesa, sovraffollamento dei pronto soccorso, Piano socio sanitario e strutture per ragazzi diversamente abili da tempo in ginocchio
lunedì 15 Ottobre 2018 - Ore 15:56
Print Friendly, PDF & Email

Il consigliere regionale Pd Federico Talè

 

«Ringrazio il Presidente Luca Ceriscioli per la fiducia nei miei confronti e il collega e amico Fabrizio Volpini per il lavoro che ha portato avanti fino ad oggi con competenza e capacità. Continueremo a confrontarci e a collaborare all’interno della IV Commissione che presiede con autorevolezza». Con queste parole Federico Talè (Pd) commenta la sua nomina a consigliere delegato alla sanità.

«Assumo un incarico difficile – aggiunge –, a meno di 20 mesi dal termine della legislatura, ma l’ho accettato con forte senso di responsabilità e animato da grande determinazione, con l’obiettivo di spendermi al cento per cento per il diritto alla salute dei marchigiani. Il governatore mi ha garantito i massimi spazi di operatività. Adesso – prosegue  Talè – non è il momento dei proclami, ma quello del lavoro, che dedicherò principalmente a quattro direttrici: l’abbattimento delle liste d’attesa, senza se e senza ma, la risoluzione dei problemi di sovraffollamento dei pronto soccorso, un nuovo Piano socio sanitario in linea coi bisogni dei cittadini e la modifica della delibera di Giunta regionale 1331/2014 che ha letteralmente messo in ginocchio le strutture che si prendono cura dei nostri ragazzi diversamente abili. Quattro traguardi importanti – conclude –, sui quali mi aspetto la massima collaborazione e condivisione da parte della struttura regionale. è la politica che deve dettare le linee».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X