facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Pop e Rock: ecco i nuovi treni in arrivo dal prossimo anno

ANCONA – Presentati i modelli 2.0 del trasporto su ferro nel Villaggio Trenitalia a piazza Cavour. A fine anno, la pattuglia marchigiana si doterà anche di altri due Jazz, in coerenza con il Contratto di servizio in vigore
Print Friendly, PDF & Email

L’interno dei nuovi treni

 

 

I nuovi treni regionali arrivano a tempo di musica. Al Villaggio Trenitalia allestito a piazza Cavour, che tra giovedì e domenica ha attirato una folla di 25 mila visitatori, sono stati presentati ieri mattina (12 novembre) i modelli Pop e Rock, che arriveranno sulle rotaie marchigiane il prossimo anno, probabilmente nella seconda metà. Il numero di nuovi convogli e le tempistiche precise si sapranno in maniera definitiva solo dopo la stipula del contratto di servizio tra Trenitalia e Regione Marche, prevista entro l’anno, ma intanto sono in dirittura di arrivo i due Jazz previsti dal contratto attualmente in vigore, in scadenza nel 2023 ma che si punta a prorogare fino al 2033 per ottenere maggiori fondi.

«L’obiettivo di arrivare è quello di riqualificare tutti i treni che viaggiano sulla linea regionale – ha fatto sapere il governatore Luca Ceriscioli, che ha presenziato all’evento insieme all’assessore regionale Angelo Sciapichetti e all’assessore comunale Paolo Manarini –. Crediamo in questa prospettiva di crescita del traffico su ferro e quindi ci investiamo per migliorare collegamenti e connessioni, ma soprattutto la qualità del confort di chi viaggia». Sciapichetti ha invece ricordato che «sono 28 mila gli utenti giornalieri della tratta marchigiana. Tre anni fa non c’era un contratto di servizio in vigore, entro l’anno firmeremo quello nuovo valido per i prossimi quindici anni. Un fatto importante che ci consentirà di rinnovare tutta la flotta regionale entro il 2022. È un traguardo fondamentale che ci proponevamo e che va nella direzione giusta per quanto riguarda la qualità del servizio a utenti e pendolari». Dotati di monitor, videocamere di sorveglianza e, soprattutto, di bagni spaziosi, i treni Pop e Rock rappresentano la nuova generazione dei treni regionali, ispirati al comfort e alla sostenibilità ambientale. Il primo si sviluppa in un solo pian, mentre il secondo su due.

L’amministratore delegato di Trenitalia, Orazio Iacono, ha sottolineato «l’investimento fatto dal 2014, anno di svolta, per migliorare il trasporto regionale. Abbiamo implementato il comfort degli Intecity e aumentato i livelli di sicurezza». Sull’annosa questione della tratta Ancona Roma, ha fatto sapere che «lavoriamo con la Regione per intervenire anche sulla puntualità, che comunque è molto migliorata negli ultimi anni, raggiungendo la percentuale del 91,7% (+2,9% rispetto al 2014)».

In generale, gli investimenti nel trasporto pubblico locale poggiano sul rinnovo del contratto di servizio con Trenitalia e sui 26 milioni destinati al rinnovo del parco mezzi su gomma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X