facebook rss

Tentato furto in via Maratta:
porta blindata scassinata,
ma i ladri non riescono ad entrare

ANCONA - I banditi hanno preso di mira poco prima delle 13 un appartamento abitato da una nota giornalista. Hanno però talmente danneggiato la serratura della porta, da non riuscire ad aprirsi un varco per entrare in casa. Sul posto sono dovute intervenire due Volanti della polizia e i vigili del fuoco con l'autoscala. Sono dovuti passare dalla finestra per entrare nell'abitazione. La vittima: "Ho temuto il peggio"
giovedì 22 Novembre 2018 - Ore 13:41
Print Friendly, PDF & Email

 

 

di Federica Serfilippi

Tentato furto in pieno giorno in un appartamento di via Maratta, nel cuore della città. Ad essere  presa di mira, l’abitazione di una nota giornalista anconetana, al sesto e ultimo piano di una palazzina. I ladri non sono riusciti ad entrare, danneggiando però fortemente la porta d’ingresso. Per poterla aprire sono dovuti intervenire i vigili del fuoco con l’autoscala. Sul posto, per i rilievi del caso sono intervenute due Volanti della polizia. In un primo momento, si era addirittura ipotizzato che i criminali potessero essere all’interno dell’appartamento, dopo aver chiuso la porta dall’interno. In realtà, i banditi non sono neanche riusciti ad entrare. Il loro piano è fallito poco prima delle 13, quando in casa non c’era nessuno. Con arnesi da scasso hanno messo mano alla serratura della porta blindata, ma l’hanno talmente danneggiata da non trovare un accesso all’abitazione della giornalista. Nell’azione, i ladri avevano anche tappato lo spioncino con del nastro adesivo.

La serratura scassinata

Visto il colpo fallito, i malviventi sono usciti dal palazzo. Una residente ha dichiarato agli agenti di aver visto un uomo sospetto uscire di fretta dal condominio. A lanciare l’allarme è stata la proprietaria di casa. “Non riuscivo a far entrare la chiave nella serratura – ha detto – e poi mi sono accorta che la porta presentava segni di scasso. Ho temuto il peggio, anche perchè pensavo che i ladri fossero dentro. Ho chiamato  la polizia ed è arrivata subito, seguita dai vigili del fuoco. Per fortuna, per entrare non hanno dovuto rompere la finestra, dato che l’avevo lasciata un po’ aperta”. Nell’androne del palazzo non sono stati ritrovati attrezzi da scasso. La settimana scorsa, a poca distanza dall’appartamento preso di mira oggi, i ladri avevano colpito a un quinto piano di corso Amendola. In quell’occasione erano riusciti a scardinare completamente la porta d’ingresso.

(servizio aggiornato alle 15.09)

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X