facebook rss

Dopo 24 ore di ricerche
ancora nessuna traccia del pensionato jesino

JESI - Proseguono senza sosta le ricerche di Gino Bravi, il pensionato di 83 anni allontanatosi da casa domenica pomeriggio
martedì 4 Dic 2018 - Ore 07:58
Print Friendly, PDF & Email

L’elicottero dei Vigili del fuoco arrivato a Jesi.

 

di Talita Frezzi

Gino Bravi, il pensionato di 83 anni residente a Piandelmedico e allontanatosi a piedi domenica pomeriggio facendo perdere le sue tracce, non si trova. Una task-force di protezione civile, volontari, carabinieri e vigili del fuoco sono al lavoro da oltre 24 ore per rintracciare l’uomo. Bravi, che abitualmente andava a giocare a bocce al campo Boario, domenica era rimasto a casa. Il fratello, con cui vive, era uscito per delle spese e al suo ritorno, a metà pomeriggio, non aveva più trovato Gino. Il pensionato, che soffre di disturbi dovuti ai postumi di una malattia, si è allontanato a piedi senza cellulare. Al Bocciodromo non è mai arrivato. È stato visto camminare da solo in via XXIV Maggio verso viale don Minzoni, nei pressi della rotatoria di via Ricci, andando verso via Setificio e San Savino: le telecamere poste in zona hanno ripreso parte del tragitto, ma da piazzale San Savino si sono perse le sue tracce. Le ricerche – dirette dal coordinatore provinciale della Protezione civile Lorenzo Mazzieri – proseguono senza sosta e vedono in campo oltre 60 volontari da tutto il territorio provinciale con 16 mezzi. Una task-force di Vigili del fuoco, protezione civile provinciale, uomini dell’Associazione nazionale Carabinieri, Polizia locale, Carabinieri della Compagnia di Jesi e della Stazione di Santa Maria Nuova, sommozzatori, due unità cinofile e da questa mattina anche il nucleo elicotteri dei Vigili del fuoco di Pescara e il personale Tas (Topografia applicata del soccorso) per mappare la zona di ricerca e ispezionare anche dall’alto.
Le ricerche.
Sono state battute le zone vicino casa, il Tornabrocco e viale della Vittoria, via Piandelmedico fino alla Tre Valli e poi via Minonna fino a Mazzangrugno, poi via Setificio, Verziere, il Ponte San Carlo e persino le zone del centro storico della città grazie alla collaborazione della Polizia locale. Niente, nessuna traccia. Sono stati sentiti gli autisti degli autobus, che non lo hanno visto né per strada né al capolinea di Porta Valle. Visionate anche le telecamere di viale Trieste, ma alla stazione ferroviaria non s’è diretto. I sommozzatori dei Vigili del fuoco riprenderanno domani mattina a scandagliare l’Esino, anche se la portata del fiume è bassa e non c’è trascinamento.

Gino Bravi, 83 anni, scomparso da domenica.

La descrizione. 
Gino Bravi sembra scomparso nel nulla, ma non può essere scomparso nel nulla. I familiari hanno diffuso la sua foto e la richiesta di aiuto sui social. C’è davvero molta preoccupazione. Si teme che possa essersi allontanato e che possa aver perso l’orientamento, senza riuscire più ad avere punti di riferimento per tornare a casa. Chiunque lo avvisti è pregato di avvisare subito il 112, il 115 e il 118. Al momento della scomparsa, Gino Bravi – 83 anni nato a Santa Maria Nuova ma residente a Piandelmedico – indossava dei pantaloni neri, un pile grigio, un cappello a scacchi marrone e grigio con visiera. E’ una persona molto tranquilla, ma come spiegano i familiari, ha difficoltà a parlare bene. 

Non rientra per cena, ricerche per un 83enne a Piandelmedico

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X