facebook rss

Stanato un altro covo dello spaccio:
in arresto due fratelli albanesi

ANCONA - Utilizzavano un appartamento di piazza Ugo Bassi per smistare e preparare le dosi di cocaina da immettere sul mercato. Entrambi sono stati fermati dalla Squadra Mobile della questura e collocati a Montacuto. Gli stessi investigatori, un mese fa, erano stati protagonisti del blitz avvenuto in un immobile di via Pergolesi
martedì 4 Dic 2018 - Ore 15:01
Print Friendly, PDF & Email

 

Blitz della polizia in un appartamento del Piano: in arresto due pusher albanesi. Sotto sequestro mezzo etto di cocaina. L’operazione è avvenuta ieri pomeriggio per mano della Squadra Mobile della questura, diretta dal vice questore Carlo Pinto. I due stranieri, fratelli di 21 e 23 anni, sono stati collocati dal pm Irene Bilotta a Montacuto. Era in piazza Ugo Bassi che i due, secondo i riscontri investigativi, avevano allestito la loro base operativa, utilizzata per tagliare, preparare e confezionare la droga. L’immobile figurava come un vero e proprio centro dello spaccio, formalmente non collegabile ai due fratelli che risultavano essere dimoranti in un altro appartamento del Piano.  Una volta capito quale era l’alloggio dove c’era la cocaina, gli agenti hanno eseguito una perquisizione domiciliare rinvenendo nascosto dentro una tasca di un giubbotto riposto in un armadio più di mezzo etto di cocaina e alcuni frammenti di hashish per un valore di oltre 5000 euro. Per entrambi è scattato l’arresto in  e, su disposizione della procura, i due fratelli sono stati portati in carcere a Montacuto. Circa un mese fa, la polizia avevano stanato un altro covo dello spaccio, quello di via Gianbattista Pergolesi, occupato abusivamente da alcuni nigeriani. Uno, oltre che per spaccio, è finito in arresto per violenza sessuale (leggi l’articolo).

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X