facebook rss

Shopping con banconote false,
negozi presi di mira a Jesi e Vallesina

JESI - È allarme tra i commercianti jesini per una donna che fa shopping spacciando banconote false. Quattro i negozianti truffati mentre in un caso la commerciante ha rincorso e bloccato la sedicente cliente recuperando il resto e la merce
Print Friendly, PDF & Email

 

di Talita Frezzi


Shopping con banconote false in negozi di Jesi e della Vallesina. È allarme tra i negozianti, che si stanno dotando di macchinette per il rilevamento delle banconote fasulle, dopo il passaparola innescato tra le vittime di una truffatrice che effettua piccoli acquisti – da 8 a 20 euro al massimo – pagando con banconote di grosso taglio, da 50 e 100 euro, ma false.
La donna è entrata in azione a inizio dicembre. Preso di mira un negozio del centro: la truffatrice è andata poco prima delle 13, ha acquistato una bomboletta spray del valore di 8 euro pagando con una banconota da 50 euro. La commerciante dopo aver dato il resto si è accorta della scarsa consistenza della banconota, l’ha passata al vaglio della penna per il rilevamento delle banconote false e quella ha lasciato la scia, evidenziando che si trattava di un falso. La commerciante ha rincorso la truffatrice fino all’esterno del negozio, l’ha bloccata e la donna si è semplicemnete scusata e ha restituito il resto e la bomboletta, adducendo la scusa che non si era accorta che fosse denaro falso perché lo aveva ritirato la figlia alle Poste. Ma lo stesso stratagemma lo aveva già applicato alle 9 del mattino in un’attività vicina dove aveva acquistato un prodotto da 10 euro pagando con una banconota da 50 euro, ovviamente falsa. Ed era riuscita a scappare con un resto di 40 euro vere. Il negozio è dotato di telecamere di sicurezza, così la sedicente cliente è stata ripresa. I filmati sono stati consegnati ai carabinieri, che hanno avviato le indagini. E grazie al passaparola tra i commercianti, è emerso che la stessa donna aveva effettuato spese con denaro falso in un altro negozio di cosmetici la settimana prima (a fronte di una spesa di 20 euro aveva pagato con 100 euro false) e in attività di Chiaravalle e Montemarciano. L’identikit della sedicente cliente che usa banconote false è di una donna italiana tra i 50 e i 60 anni, capelli biondi fino alle spalle con indosso un giubbotto Moncler marrone. Ha modi affabili. Si raccomanda massima attenzione. In caso di dubbi, contattare il 112. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X