facebook rss

Il Cardeto perde pezzi,
chiuso l’arco al belvedere Neruda

ANCONA - Crollano massi dalle mura storiche, interdetta la via d'accesso al vecchio faro che costeggia il punto panoramico del parco cittadino. Belvedere senza pace: dopo mesi in cui era stato chiuso a causa delle devastazioni dei vandali, era tornato ad essere fruibile dai visitatori
sabato 26 Gennaio 2019 - Ore 18:40
Print Friendly, PDF & Email

L’arco al belvedere Pablo Neruda dentro al parco del Cardeto

 

 

Crollano massi dalle mura storiche, chiuso l’accesso al vecchio faro dal belvedere Pablo Neruda al Cardeto. Brutta sorpresa per chi si è trovato a passeggiare oggi, vista la giornata di sole, per il parco cittadino. Salendo per il cimitero degli ebrei verso l’arco di fronte al largo Neruda , i visitatori si sono trovati di fronte l’arco e la strada sbarrati. Tutto transennato con reti in metallo ed esposto il cartello di pericolo. I crolli più importanti sono avvenuti prima di Natale. Dopo diverse segnalazioni dei cittadini, i tecnici del Comune hanno effettuato un sopralluogo e vista la situazione hanno inviato la richiesta di intervento al Demanio, titolare della zona, ed alla Soprintendenza, trattandosi di mura storiche proprio come l’arco sottostante. Per raggiungere il vecchio faro, dunque, ora l’unica via possibile è quella di via del Faro.

«Dopo le segnalazioni dei cittadini − spiega l’assessore alle Manutenzioni, Stefano Foresi − abbiamo chiuso al transito l’area con dei sistemi provvisori e poi abbiamo allertato il Demanio che ha provveduto in questi giorni a transennare in maniera più adeguata e sicura la zona e ad affiggere l’idonea segnaletica in attesa dell’intervento di messa in sicurezza. Intervento che deve essere predisposto ed effettuato comunque dal Demanio, competente per l’area, d’intesa con la Soprintendenza».

L’assessore Foresi è ottimista sui tempi di ripristino della via, ma non c’è pace per il belvedere Neruda, che dopo essere stato devastato da vandali ed incuria, e dopo essere stato interdetto per mesi, era tornato agibile, con panchine e balcone risistemati. Ora i crolli – con la chiusura della via di accesso al vecchio faro, che costeggia tra le altre cose, anche la zona monumentale del campo degli ebrei – che tornano a penalizzare il punto panoramico sul mare e sul Conero.

(A. C.)

Completati i lavori, riapre il Belvedere Neruda

Belvedere Neruda al Cardeto tra incuria e vandali

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X