facebook rss

Malore davanti al caminetto:
62enne in camera iperbarica

OSTRA - Ieri sera l'uomo ha intuito da solo che le esalazioni da monossido avrebbero potuto ucciderlo ed ha chiesto aiuto al 118. Le prime cure all'ospedale di Senigallia
Print Friendly, PDF & Email

Accende il caminnetto per scaldare le stanze dell’abitazione ma poco dopo avverte un malore e viene colto da convulsioni per le esalazioni tossiche dei fumi. Nella tarda serata di ieri, un 62enne di Ostra è stato trasferito al centro iperbarico ‘Iperbarica Adriatica’ di Fano per essere sottoposto a una sessione di ossigenoterapia dopo aver ricevuto le prime cure al pronto soccorso dell’ospedale di Senigallia dove era stato ricoverato. L’uomo, che non sarebbe in pericolo di vita, si è avveduto da solo che qualcosa non andava e intuendo che il monossido di carbonio potesse essersi sprigionato nella stanza, forse per un mal funzionamento della canna fumaria del camino, ha chiesto aiuto da solo al 118 prima di essere avvelenato dal gas che, se respirato in alte concentrazioni, può rivelarsi letale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X