facebook rss

Ancona palcoscenico dell’arte
per la sesta edizione di Cinematica

EVENTI - Dal 3 al 14 aprile gli spazi urbani diventeranno teatro delle iniziative proposte dal cartellone di uno degli appuntamenti diventati ormai irrinunciabili per il capoluogo. Il direttore artistico Simona Lisi: «L’idea dell’edizione 2019 è che sia la città stessa a trasformarsi in un media»
Print Friendly, PDF & Email

I protagonisti di Cinematica

 

di Marco Benedettelli

Identità che si muovono nello spazio urbano, lo modellano e ne sono modellate con un continuo scambio. La sesta edizione di Cinematica vuole raccontare quello che è il sempre nuovo rapporto fra “Corpo, città e paesaggio”, tema del festival di quest’anno, in un caleidoscopico programma di più di trenta appuntamenti dal 3 al 14 aprile presentato al Seeport Hotel. Danza, cinema, musica, video arte, architettura, filosofia, musica e psicologia trovano i loro spazi in una mappa disseminata nelle piazze e nei cinema, nelle librerie e nei negozi, al Museo della città, al Lazzaretto e al Teatro delle Muse. La manifestazione entra nelle vene della città, è tutto il centro storico a divenirne il palco, a differenza delle precedenti edizioni quando il suo campo base era specialmente alla Mole Vanvitelliana. «L’idea dell’edizione 2019 è che sia la città stessa a trasformarsi in un media», spiega Simona Lisi, ideatrice e direttore artistico. I punti iconici di Ancona, i suoi scorci e i suoi varchi, le sue zone nascoste diventano luogo di possibilità dove addentrarsi in un viaggio artistico.

Simona Lisi

GLI APPUNTAMENTI. Si inizia il 3 aprile con un convegno a cura dell’Università Politecnica delle Marche, che scava proprio su questo tema e vede la partecipazione di tre ospiti d’eccezione. Franco Farinelli, docente di Geografia all’Università di Bologna, intellettuale di respiro internazionali, autore di saggi come La crisi della ragione cartografica (Einaudi). L’architetta Francesca Venier dell’importantissimo studio Topotek1 di Berlino e Virgilio Sieni, uno dei maestri della coreografia e direttore di Cango, profondo conoscitore di paesaggio e gesto nello spazio urbano.  Momento apicale di Cinematica è il 7 aprile (ore 19,30), con l’inaugurazione a Palazzo degli Anziani delle Sale del basamento restaurate, spazi interni di proprietà comunale che l’amministrazione dovrebbe trasformare nel nuovo centro turistico. Qui, su piazza Dante, la compagnia Il Posto darà vita a uno spettacolo di danza verticale sulle pareti esterne di quello che è il “grattacielo medioevale” di Ancona (ore 21).  Ancora domenica 7 aprile dalle 16 alle 19, per chi ama esplorare, si terrà MU_Metafisica Urbana, un viaggio a piedi dentro le vie cittadini, esercizio di contemplazione su scorci inattuali, assemblato dalla compagnia Dom che sperimenta proprio performance di esplorazione paesaggistica. Di particolare rilievo per cinofili e appassionati è la proiezione del film cult anni ‘ 80 “Il pianeta azzurro” al Cinema Azzurro, giovedì 11 aprile, (ore 21.30) alla presenza del regista Franco Piavoli. Il 12 invece all’Auditorium della Mole sarà proiettato The Lake, lungometraggio di videoarte del duo di artisti italiani Masbedo. Nell’ambito del focus sulle danze urbane, per gli amanti dell’hip hop e la breakdance l’appuntamento di sabato 13 aprile è di quelli imperdibili. All’Auditorium della Mole, dalle 19 fino tarda sera, per l’evento Urban-A si terranno proiezioni di documentari, esibizioni live di B-boying, testimonianze di dj, rappers e ballerini di nuove e vecchie generazioni, a seguire il concerto dei Cor Veleno alle 21.30. Il gruppo romano hardcore hip hop presenta in esclusiva regionale il nuovo disco “Lo spirito che suona tour”.

La conferenza stampa di Cinematica

In chiusura, sempre fra gli eventi più importanti, il 14 aprile alla Mole Vanvitelliana, Cinematica premia nella Videodance competition i vincitori fra i 13 finalisti, su 100 opere selezionate, di video arte (ore 18). A seguire (ore 21), c’è il concerto di Antonio Raia, Renato Fiorito con i disegni in tempo reale di Cyop & Kaf, i due writers famosi anche per i graffiti realizzati nei Quartieri spagnoli di Napoli.  Non mancano le iniziative per i bambini, con laboratori, lezioni e letture. C’è lo spettacolo di Parktour il piazza Palatucci, nel cuore di Capodimonte, fatto di volteggi, salti e acrobazie per superare ostacoli architettonici; la visita sensoriale nella città a cura dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Ancona. Il calendario è corposo, in un programma da studiare passo passo. Cinematica vede come principali partner il Comune di Ancona, Amat, Marche Teatro, Univpm e il Garante regionale dei diritti delle persone, più numerosi sponsor. «La nostra città è sulla soglia di svolte urbanistiche che ne cambieranno, anche in modo sensibile, il proprio profilo. Una metamorfosi che rispecchia la dimensione artistica di Cinematica» è il commento dell’assessore alla cultura Paolo Marasca. Sauro Longhi, rettore dell’Università Politecnica delle Marche, ha dichiarato: «Corpo, città e paesaggio è il tema di quest’anno che ben si lega ai nostri studi scientifici. I nostri studenti studiano il corpo, costruiranno le città di domani e hanno progetti per la salvaguardia e la valorizzazione dei nostri paesaggi».

Per il programma completo, www.cinematicafestival.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X