facebook rss

Litiga con la fidanzata
e devasta via degli Orefici

ANCONA - Questa mattina i commercianti della strada che porta in piazza del Papa hanno trovata la terra sradicata dai vasi, bottiglie rotte per terra, piante sradicate e cestini divelti. Dietro ai vandalismi, ci sarebbe un ragazzo di 22 anni fermato questa notte dalla polizia e identificato. Avrebbe danneggiato gli arredi urbani dopo un diverbio avuto con la compagna
Print Friendly, PDF & Email

I vasi vandalizzati in via degli Orefici

 

Litiga con la compagna nel cuore della notte e si accanisce contro gli arredi urbani di via degli Orefici, danneggiando i vasi, lanciando la terra contro le vetrine dei negozi e svuotando cestini dell’immondizia. Quella trascorsa è stata una notte particolarmente movimentata per via degli Orefici, finita nel mirino di una delusione d’amore subita da un ragazzo. Il giovane, di 22 anni, è stato già identificato dalla polizia. E’ stato bloccato attorno alle 2 in centro. Era assieme a un amico. Gli agenti della questura hanno bloccato i due, proprio quando il 22enne stava svuotando i cestini dei rifiuti e i vasi che i commercianti mettono fuori dai negozi per abbellire la via. Una volta identificato, ha spiegato che il suo comportamento era dettato da un litigio furibondo che aveva avuto con la fidanzata. Per lui scatterà una denuncia. Questa mattina, i negozianti hanno dovuto fare i conti con l’amara sorpresa. Lo sfogo di via degli Orefici è stato raccolto da Emanuela Micucci del negozio La Congrega. Ha scritto su Facebook: «Stamattina in via Orefici il caos …notte brava per qualche incivile che ha pensato bene di sfogarsi con l’arredo urbano. Noi commercianti ce la mettiamo tutta, cerchiamo di rendere gradevole questo tratto di strada che porta a piazza del Papa autogestendoci e dedicando amore, tempo e denaro per l’ acquisto di piante, fiori e altro, occupandoci quotidianamente della loro manutenzione …il risultato è che l’inciviltà , l’ignoranza vince su tutto e noi siamo amareggiati e stufi. Non è la prima volta che accade ma stanotte si è oltrepassato il limite della decenza, piante divelte, terra lanciata contro le vetrine dei negozi, bottiglie rotte, vasi di ulivi in mezzo al vicolo e piante sradicate». E ancora: «Io non sono assolutamente contro la movida, anzi. Però dispiace vedere queste scene, soprattutto quando ci si spende per rendere il centro più gradevole». Questa mattina, lo scempio è stato pulito dagli operatori di Anconambiente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X