facebook rss

Incendio alla Finproject,
evacuato il personale
(FOTO/VIDEO)

ASCOLI - Le fiamme sono divampate nello stabilimento che produce materie plastiche, non lontano dal centro commerciale "Città delle Stelle". Non si registrano feriti. Colonna di fumo visibile a chilometri di distanza. L'azienda ha un'altra sede a Morrovalle
Print Friendly, PDF & Email
La colonna di fumo si alza dallo stabilimento Finproject

 

Un pauroso incendio è scoppiato questa mattina, ed è ancora in corso, nello stabilimento della Finproject nella zona industriale, al confine con Castel di Lama, non lontano dal centro commerciale “Città delle Stelle”. Sembra che sia stato causato da polvere infiammabile che gli operai stavano scaricando nei magazzini. Tutto il personale è stato ovviamente subito evacuato, contemporaneamente è scattato l’allarme e sul posto sono giunte diverse squadre dei Vigili del fuoco di Ascoli con una decina di automezzi e due autobotti per il rifornimento dell’acqua.

Per motivi di sicurezza tutti i presenti hanno indossato una mascherina protettiva. Sul posto anche un’ambulanza del 118 e i Carabinieri. I pompieri stanno cercando di circoscrivere le fiamme. In cielo si è levata una gigantesca colonna di fumo nero visibile da Ascoli, da tutta la vallata del Tronto e anche dalla costa. Non si registrano feriti, e questa è una buona notizia. Dopo circa due ore e mezza i pompieri sono riusciti a circoscriverlo, soprattutto lavorando per isolare la tettoia della zona dove si sono sprigionate le fiamme dal resto della struttura. Questo per evitare che l’incendio potesse propagarsi raggiungendo la centrale termica e i silos.

E’ già partita la fase di raffreddamento e di bonifica, con un continuo monitoraggio da parte dei Vigili del fuoco i quali stanno cercando di fare chiarezza su come possa essere divampato l’incendio che ha creato non poca apprensione, non solo per i residenti nella zona ma anche per tutti coloro che hanno visto la nera colonna di fumo alzarsi in cielo per centinaia di metri. A risentirne è stata anche la circolazione. Numerosi, infatti, gli automobilisti che – correndo anche grossi rischi – hanno rallentato la marcia lungo la superstrada e nelle altre principali strade della zona come lo stesso asse attrezzato e la Bonifica.

(servizio aggiornato alle ore 12,10)

 

FOTOGALLERY

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X