facebook rss

Lite per la mancata precedenza,
21enne si finge carabiniere
di fronte alla moglie di un appuntato

ANCONA - Quando il giovane è stato smascherato, stamattina a Collemarino ha tentato la fuga, sferrando prima uno schiaffo al militare e poi spingendo la moglie di lui. L’arrivo dei carabinieri del Radiomobile di Ancona è stato determinante per arrestarlo. Deve rispondere di resistenza a un pubblico ufficiale, sostituzione di persona e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso con la compagna. Trovato hashish nella sua abitazione.
lunedì 15 Aprile 2019 - Ore 18:57
Print Friendly, PDF & Email

 

Alle 11 di questa mattina una donna 35enne di Ancona, transitando in auto su via Flaminia tra Falconara Marittima ed il capoluogo dorico, si imbatte a Collemarino in una giovane coppia a bordo di un’auto, il cui conducente, un giovane 21enne residente a Falconara con qualche trascorso di giustizia, con un pretesto dovuto ad una mancata precedenza, comincia ad inveire contro la donna con urla e improperi d’ogni genere. La donna allora cerca di allontanarsi velocemente dal posto, tuttavia il giovane decide di seguirla minacciosamente, fino a quando la donna non si ferma all’interno di un parcheggio in un bar di Collemarino. Fortunatamente, ad attenderla c’era proprio suo marito, con il quale aveva deciso di incontrarsi per un veloce caffè, ignara di essere ancora seguita dall’energumeno.

Non appena scesa dall’auto, la donna viene raggiunta nel parcheggio dal giovane furioso e dalla compagna di questi, una 22enne originaria di Jesi. Il marito della donna, poco distante, allarmato dalla scena si avvicina velocemente per interrompere quella che, fino ad allora, era un’aggressione verbale in piena regola. Ma non appena l’uomo entra in contatto con il ragazzo, questo si presenta come carabiniere, invitando l’uomo a farsi i fatti suoi. L’uomo a questo punto pretende di visionare il tesserino/distintivo ma il giovane ribatte che avrebbe chiamato sul posto dei colleghi carabinieri per procedere nei confronti della coppia.

Colpo di scena: a questo punto a presentarsi con un vero tesserino è il marito della donna, un carabiniere in servizio presso il Comando Legione Carabinieri di Ancona. Così al giovane non rimane che tentare una maldestra fuga, sferrando prima uno schiaffo al militare e poi spingendo la moglie di lui. L’arrivo dei carabinieri del Radiomobile di Ancona congela la situazione e blocca il millantatore. Inoltre, qualche istante prima dell’intervento della pattuglia, il giovane, con una mossa repentina ha tentato maldestramente di disfarsi di due piccoli pezzi di hashish, dal peso complessivo di 2,5 gr, prontamente intercettati dal marito carabiniere. In seguito a perquisizione domiciliare, presso l’abitazione del sedicente carabiniere, venivano trovati ulteriori 3,5 gr di hashish, con un bilancino di precisione, verosimilmente riconducibile ad un’attività di spaccio al dettaglio.

Collocato agli arresti domiciliari su disposizione del PM Irene Bilotta, in attesa dell’udienza di convalida prevista per la mattinata di domani, il giovane dovrà rispondere di Resistenza a un Pubblico Ufficiale, sostituzione di persona e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso con la compagna.

(foto Giusy Marinelli)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X