facebook rss

Picchia l’ex moglie in piazza,
condannato 51enne

ANCONA - Aveva aggredito la donna scaraventandola a terra alla presenza della loro figlioletta di 4 anni
Print Friendly, PDF & Email

Il tribunale di Ancona (foto d’archivio)

di Talita Frezzi

Aggredisce la ex moglie in piazza, sotto gli occhi inorriditi di alcuni passanti ma soprattutto, davanti alla loro figlia che all’epoca dei fatti aveva solo 4 anni. Era il 15 giugno 2013 in pieno centro, piazza Indipendenza. Per quella violenza, il giudice  del tribunale di Ancona martedì ha condannato l’uomo – uno jesino di 51 anni (A.P.) – a 800 euro di multa, 1000 euro di risarcimento danni e al pagamento delle spese legali per le lesioni volontarie inflitte alla ex moglie, una brasiliana di 40 anni. Una sentenza che ricalca e conferma quella già emessa in primo grado dal giudice di pace, nonostante l’imputato avesse presentato ricorso in appello. La coppia è separata dal 2010. Lui, non nuovo a episodi di violenze e intemperanze verso l’ex coniuge, aveva già avuto una condanna per stalking passata in giudicato a maggio dello stesso anno. Ma neanche quella era bastata a frenarlo, anzi. Ha incontrato la ex moglie verso le 19,30 in centro, era a passeggio con un’amica, stavano andando al teatro Pergolesi. Quando la donna, vedendo insieme a lui la loro bambina, è andata ad abbracciarla, è scattata la reazione violenta. L’uomo le ha sferrato due pugni al volto che l’hanno fatta cadere, anche se stringeva la figlia. Poi l’ha afferrata per i capelli, trascinata e colpita con altri pugni in faccia e alla testa, mentre la piccola gridava e chiedeva ai passanti che aiutassero la sua mamma. In aiuto è intervenuta l’amica della vittima, che l’ha poi accompagnata in ospedale dove la donna è stata medicata con una prognosi di 7 giorni. La vittima aveva denunciato l’ex marito e si era costituita parte civile tramite l’avvocato Michele Liuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X