facebook rss

‘Partita del Sorriso’
nel carcere di Rebibbia:
in campo anche un’osimana

LA NAZIONALE di calcio di Miss Mamma Italiana, composta dalle vincitrici di fascia del concorso, dalla sua prima edizione ad oggi, ha sfidato le detenute del penitenziario romano. Ha giocato anche Elena Boncompagni di Osimo “Miss Mamma Italiana Fotogenia 2016”
mercoledì 22 Maggio 2019 - Ore 15:41
Print Friendly, PDF & Email

La giocatrice osimana Elena Boncompagni

 

La Nazionale di Calcio di “Miss Mamma Italiana”, composta dalle mamme vincitrici di fascia del concorso, dalla sua prima edizione ad oggi (il team, è nato con l’intenzione di sostenere iniziative a scopo benefico in tutta Italia, con la dolcezza ed il sorriso delle mamme italiane) e allenata da Pierpaolo Maretti, ha giocato una partita davvero speciale, infatti le Mamme Miss hanno indossato la casacca della Nazionale di “Miss Mamma Italiana” per giocare la “Partita del Sorriso” contro le Mamme e le donne detenute, recluse nel carcere romano di Rebibbia (che, con le sue 400 recluse è il carcere femminile più grande d’Europa). La “Partita del Sorriso”, così è stato definito l’incontro diretto dall’Arbitro Federale Eleonora Caracciolo, dell’Associazione Italiana Arbitri Sezione Roma 1, è stato vinto dal “Team delle Mamme e Donne detenute”, ma la vera vittoria è stata quella da parte delle Mamme Miss, di aver regalato sorrisi, abbracci ed un messaggio di solidarietà a Mamme e Donne, molte delle quali dovranno scontare tanti anni di reclusione. Tra le calciatrici “Miss”, il cui il capitano è Barbara Semeraro di Forlì “Miss Mamma Italiana Sponsor Top 2016”, è scesa in campo anche Elena Boncompagni di Osimo “Miss Mamma Italiana Fotogenia 2016”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X