facebook rss

Scolari e bimbi dell’asilo
a lezione di legalità dalla Polizia

OSIMO - Anche ieri, in occasione della commemorazione della strage di Capaci, gli agenti del Commissariato si sono confrontati con i bambini della scuola dell'infanzia dell'istituto comprensivo 'Trillini'e della Primaria di Padiglione. E' stato solo l'ultimo di una lunga serie di incontri dedicati agli studenti anche per parlare di cyberbullismo
venerdì 24 Maggio 2019 - Ore 15:02
Print Friendly, PDF & Email

 

Anche in occasione della giornata dedicata alla legalità in ricordo del morte del giudice Falcone e della sua scorta, uccisi per mano della mafia il 23 maggio di 27 anni fa, gli agenti del Commissariato di Polizia di Osimo incontrato i bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria dell’istituto comprensivo ‘Trillini’ che ha promosso una serie di iniziative intorno al progetto ‘A tutta legalità’. Hanno parlato ai bambini della scuola Primaria di Padiglione alla presenza delle insegnanti e dei genitori ricordando l’importanza del rispetto delle regole condivise stabilite nella legge che assicurano a tutti libertà e diritti.

La ‘tappa’ di Padiglione è stata solo l’ultima di una serie di incontri degli uomini e delle donne nel Commissariato della Polizia di Stato che durante l’intero anno scolastico passando per le scuole di Passatempo San Paterniano e del centro storico hanno illustrato ai piccoli il lavoro del poliziotto sempre dalla parte dei più deboli ed indifesi. Gli incontri ci sono svolti sia presso le scuole che in Commissariato dove piccoli alunni sono stati gli ospiti d’onore ed hanno potuto avvicinarsi a concerti importanti come quello della legalità, divertendosi. Più gettonato è stato senz’altro l’incontro con ‘Gigiotto il cane poliziotto’ il fantasioso protagonista della loro quotidianità che vigila sul rispetto delle regole. A scuola il cane si è materializzato sotto i loro piccoli occhi attenti nei tanti stupendi esemplari di cane poliziotto come Edox un cane lupo antidroga dal fiuto acutissimo, Rick e Stella, cani antisommossa particolarmente obbedienti, Byron docilissimo labrador antiesplosivo e Mya cucciolo di Labrador che si sta addestrando per diventare un super cane antiesplosivo I bimbi sono rimasti entusiasti nella performance dei cani, abilmente guidati dai loro conduttori, tutti poliziotti dell’Unità cinofila della Questura di Ancona. Molto apprezzata dai piccoli è stata anche l’esperienza fatta con la polizia scientifica che grazie alle sue tecniche di indagine sempre più all’avanguardia, ha consentito l’identificazione un tempo impensabili, di autori di crimini gravi ed efferati anche molto risalenti nel tempo.

I bambini sono stati messi in guardia anche tra i vicoli del genere per cyberbullismo una sorta di bullismo 2.0 tipico dei minorenni contro il quale oggi la legge offre nuovi ed efficaci strumenti di contrasto a partire dai progetti educativi e rieducativi dedicati all’uso della rete alle sanzioni disciplinari in ambito scolastico per il bullo, fino alla ammonimento del Questore che la vittima di continui e ripetuti insulti, minacce, derisioni e vessazioni in rete può richiedere contro il suo aguzzino ultra-quattordicenne presentando richiesta in un ufficio di polizia. La Polizia di Stato continuerà a promuovere questi incontri che si configurano come esperienze importanti nel percorso di crescita dei piccoli alunni, cittadini del futuro, chiamati a custodire gelosamente i valori fondamentali della legalità e del rispetto degli altri compresi dalla costituzione.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X