facebook rss

L’invito a cena diventa un incubo:
donna sequestrata in casa e violentata

ANCONA - Sono scattate le manette per un 50enne rumeno che nella notte, in un appartamento del Pinocchio, avrebbe abusato di una sua connazionale. L'uomo è finito a Montacuto
domenica 23 Giugno 2019 - Ore 20:48
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

La invita a casa per passare una serata insieme. Alzano il gomito e lui tenta un approccio sessuale. Lei rifiuta e l’uomo – secondo quanto raccontato dalla vittima – la chiude in una stanza e la violenta. Notte choc quella avvenuta in un appartamento del Pinocchio. In arresto c’è finito un romeno di 50 anni, badante. L’uomo è stato portato a Montacuto al termine degli accertamenti eseguiti dalle Volanti della questura. Due le ipotesi di reato: violenza sessuale e sequestro di persona. Vittima, una connazionale di 43 anni. E’ stata lei a lanciare l’allarme, affacciandosi al balcone e chiedendo aiuto. Le grida hanno svegliato i residenti che non hanno esitato a chiamare il 113. La polizia è piombata nell’appartamento e ha ammanettato il romeno, facendo poi soccorrere la 43enne, portata in ospedale per le cure del caso. «Mi ha chiuso in casa e violentata» ha raccontato agli agenti. Stando a quanto rilevato, la donna era stata invitata dal romeno per passare una serata insieme nell’abitazione dove lui vive assieme a una vecchina che accudisce. Durante la cena entrambi avrebbero ingurgitato parecchio alcol. All’improvviso, l’uomo avrebbe preteso un rapporto sessuale. Al diniego, la donna ha raccontato che il 50enne l’avrebbe chiusa in una stanza e violentata. La richiesta d’aiuto con l’affaccio sul balcone ci sarebbe stato in un secondo momento. Nelle prossime ore ci sarà la convalida dell’arresto davanti al gip.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X