facebook rss

Tragedia all’ospedale di Torrette,
precipita dal quarto piano:
muore un 23enne

ANCONA - Il ragazzo, ricoverato in Ortopedia, era rimasto coinvolto un paio di settimane fa in un terribile incidente a seguito del quale aveva riportato ferite gravissime a una gamba, amputata dai medici. Per la polizia si tratta di suicidio
Print Friendly, PDF & Email

La polizia sul luogo della tragedia

 

Precipita dal quarto piano dell’ospedale di Torrette: morto un ragazzo di 23 anni. La tragedia si è consumata intorno alle 17,30 nella struttura di via Conca. Stando agli accertamenti eseguiti sul posto dalla polizia, si tratterebbe di un gesto volontario. A porre fine alla propria vita, un paziente ricoverato da due settimane in Ortopedia. Il ragazzo, residente a Montecalvo in Foglia, era finito a Torrette a seguito di un tremendo incidente in cui era rimasto coinvolto la sera della vigilia di Ferragosto. A bordo della sua moto da cross si era scontrato violentemente contro una Toyota guidata da una turista. Il sinistro si era verificato sulla Fogliense, nel comune di residenza del 23enne. Le ferite e i traumi riportati nell’impatto erano stati giudicati gravissimi, tanto che il ragazzo era stato condotto con la massima urgenza all’ospedale regionale. Qui, i medici non avevano potuto far altro che prendere la decisione di amputargli una gamba e alcune falangi della mano. Proprio il trauma della perdita dell’arto sarebbe alla base della decisione di farla finita. La tragedia è avvenuta nel terrazzino che si apre sul corridoio che porta al reparto di Ortopedia, raggiunto probabilmente dal paziente con una sedia a rotelle. La caduta si è verificata almeno da un’altezza di 12 metri. Il corpo è stato ritrovato nello spazio esterno che si trova all’altezza della reception dell’ospedale. E’ stato un utente a lanciare l’allarme, dopo aver visto il corpo del giovane. Era agonizzante. Sono stati vani i tentativi messi in atto dal personale medico per stabilizzare le sue condizioni. Sul posto si sono portate le Volanti e la Polizia Scientifica per i rilievi di rito. Proprio perchè l’episodio è stato classificato come suicidio, la salma del 23enne è già stata restituita ai familiari.

(servizio aggiornato alle 21,10)

(foto Giusy Marinelli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X