facebook rss

Mancano oltre 1.000 prof nelle scuole
L’Usr: «Meno del 5%, quota residuale»

LE CATTEDRE vacanti nelle Marche procedure di immissione in ruolo. L'Ufficio scolastico regionale: «Allarmi ingiustificati, avviata la fase degli incarichi per le supplenze annuali»
Print Friendly, PDF & Email

 

Resta vacante e disponibile meno del 5% delle cattedre nelle scuole marchigiane dopo la conclusione, nei giorni scorsi, delle procedure di immissione in ruolo di docenti effettuate per l’anno scolastico 2019/2020. Lo comunica lo stesso Ufficio scolastico regionale. Al termine delle operazioni di nomina, dunque, restano scoperti 1.028 posti, comprensivi di quelli rimasti liberi in seguito ai pensionamenti per ‘quota 100’ che non è stato possibile coprire con i trasferimenti e con il contingente di nuove assunzioni assegnato per le scuole marchigiane. Si tratta di «una quota sostanzialmente residuale, pari a circa il 4,96% su un totale di 20.755 posti, di cui 19.247 coperti da personale di ruolo. Un dato – osserva L’Usr – che non deve dunque suscitare ingiustificati allarmi per le famiglie e gli studenti della regione. Si avvia ora la fase degli incarichi per le supplenze annuali, che saranno comunque perfezionate in tempo utile per l’inizio delle lezioni, il prossimo 16 settembre».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X