facebook rss

Musica fino a tardi
e l’esperimento della pista ciclabile:
le coordinate del Festival Primo Piano

ANCONA – In occasione della kermesse che animerà il quartiere dorico dal 13 al 15 settembre, la giunta ha avanzato l'ipotesi di attivare un percorso riservato alle bici che colleghi Piano San Lazzaro e centro città. Le attività di intrattenimento potranno proseguire fino alle 3 del mattino. Appuntamento clou sabato 14 con il concerto di Mahmood per la Notte Bianca
Print Friendly, PDF & Email

Notte Bianca del Piano, edizione 2017

 

di Martina Marinangeli

Musica fino alle 3 del mattino e possibilità di raggiungere gli «hot spot» della kermesse in bici dal centro. Sarà un Festival Primo Piano all’insegna della mobilità dolce e dell’entertainment quello che dal 13 al 15 animerà le strade del quartiere multietnico. Nello stilare il programma, la giunta Mancinelli ha avanzato l’ipotesi di attivare «una pista ciclabile provvisoria che colleghi il Piano San Lazzaro al centro città – si legge nell’atto di giunta 387 del 2 agosto –, allestendola in modo tale da renderla sicura ed ‘esperienziale’ per i singoli e le famiglie che vorranno utilizzarla». Sarebbe un’anticipazione della settimana della mobilità sostenibile, indetta dal 16 al 22 settembre, che nel capoluogo partirebbe dunque già da venerdì 13. Un esperimento che farebbe da banco di prova anche alla pista ciclabile lungo la direttrice via Marconi-via XXIX settembre per la quale l’amministrazione ha chiesto di stornare 560mila euro dai fondi del Bando periferie.
Intanto, fervono i preparativi per il cartellone di eventi distribuiti per tutto il Piano, con possibilità di spostare in avanti il timer della movida fino alle 3 del mattino per tutte le attività di intrattenimento che parteciperanno al Festival e alla Notte Bianca di sabato 14, durante la quale si esibirà il vincitore di Sanremo Mahmood. Il Comune ha anche autorizzato in deroga il limite massimo di immissione sonora di 75 decibel. Una tre giorni che, secondo le stime di Palazzo del Popolo, avrà un costo di 70mila euro – di cui 15mila per la sicurezza –, coperti per 45mila euro da uno stanziamento del Comune e per 25mila euro dagli sponsor. Cifra, quest’ultima, non ancora certa, perciò nell’atto di giunta viene specificato che «il progetto verrà opportunamente rivisto qualora le entrate non dovessero essere totalmente o parzialmente confermate».

Le location – In corso Carlo Alberto sono previsti un mercatino e tre postazioni per piccoli concerti di strada, mentre nella piazzetta davanti al mercato verrà allestita, anche attraverso l’utilizzo di locali comunali sfitti, una zona cibo con prodotti locali ed etnici, affiancata da un’altra postazione concerto. Piazza D’Armi sarà la protagonista del Festival, con street food nel piazzale del supermercato e l’organizzazione di concerti nell’area dell’ex campo di calcio. Le note di musica classica o sinfonica risuoneranno al parco cx Crass ed a piazza Ugo Bassi andranno in scena performance teatrali ed artistiche, con annessi concerti di strada. Ci sarà poi possibilità di utilizzo del mercato coperto del Piano, durante il weekend, per lo svolgimento di conversazioni su vari argomenti culturali e di attualità, legati al tema del quartiere cosmopolita. Dalle 18,30 alle 23 ospiterà anche aperitivi predisposti dagli stessi operatori commerciali con attività all’interno del mercato. Al suo esterno – sul lato chiosco bar – saranno disposti tavoli e sedie in legno aperitivi e cibo acquistati nel mercato.

Primo Piano Festival e Notte Bianca, si accende l’estate del quartiere tra concerti e street food

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X