facebook rss

Scatta l’allarme: aggressione
per una donna esanime a terra,
ma è solo un malore

JESI - La 30enne è stata trasferita in codice rosso al pronto soccorso dell'ospedale Carlo Urbani. Le sue condizioni sono gravi.
domenica 15 Settembre 2019 - Ore 10:10
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Una donna esanime a terra, distesa tra due auto in sosta, fa scattare l’allarme e la paura lungo via Nazario Sauro. Chi l’ha trovata ha subito lanciato l’allarme al 118, ma in pochi istanti un capannello di persone si è radunato sul posto: e lo choc è diventato paura che potesse trattarsi della vittima di una aggressione.
E’ successo ieri mattina verso mezzogiorno, in pieno centro. A rinvenire la donna – una straniera di 30 anni – è stato un uomo che stava raggiungendo la sua auto, parcheggiata a ridosso delle mura vicino ai bagni pubblici. L’uomo si è accorto della poveretta priva di sensi, distesa a terra e ha chiamato aiuto. Dalla centrale operativa del 118 è stata inviata l’automedica con il supporto di un’ambulanza della Croce verde. I sanitari della Verde erano già vicinissimi, a un centinaio di metri per soccorrere un uomo di 35 anni, italiano, seduto sul marciapiede con i sintomi dell’abuso etilico. Lo hanno trovato lungo via Garibaldi, nei pressi del ristorante “Antonietta”.
Soccorso e caricato in ambulanza, lo stavano accompagnando in codice verde all’ospedale, quando è arrivata la seconda chiamata di intervento per la donna.

I carabinieri davanti al Comando Compagnia di Jesi

In via Nazario Sauro erano nel frattempo intervenuti anche i Carabinieri del Nucleo radiomobile e della Stazione, per appurare che non si trattasse di una aggressione o di uno scippo.
In pochi istanti, una seconda ambulanza della Croce verde ha raggiunto il luogo del malore e ha trasferito la donna in codice rosso all’ospedale Carlo Urbani dove è stata sottoposta a tutti gli accertamenti sanitari del caso.

ta.fre.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X