facebook rss

Emergenza sbarchi, il ministero
invia 30 migranti ad Ancona,
Salvini: «I sindaci della Lega diranno no»

LA CIRCOLARE del Viminale fissa i dettagli del piano di accoglienza in emergenza per il sovraffollamento del centro di Villa Sikania di Agrigento e ridistribuisce nelle strutture di accoglienza della provincia, attraverso la Prefettura, alcune delle persone arrivate per mare negli ultimi giorni
sabato 5 Ottobre 2019 - Ore 19:32
Print Friendly, PDF & Email

 

 

La circolare del ministero dell’Interno porta la data dello scorso 24 settembre e, dopo gli ultimi sbarchi, fissa in emergenza i dettagli del piano di accoglienza di migranti sul territorio nazionale disponendo la distribuzione per 90 di loro dal centro di Villa Sikania di Agrigento alle strutture di accoglienza delle province di Ancona, Terni, ed Avellino. Un destinazione che dovrà essere definita e filtrata dalle Prefetture di riferimento delle tre regioni I primi trenta immigrati stanno, quindi, per essere inviati nella provincia di Ancona. Sono alcune delle persone sbarcate negli ultimi giorni e che hanno messo sotto pressione il sistema di accoglienza di Agrigento. Un provvedimento che fa annunciare proteste al leader della Lega, Matteo Salvini perché se a settembre gli arrivi sono stati 2.500 migranti in Italia, nello stesso mese del 2018 la cifra si era fermata a 947.

La circolare del Viminale

«Siamo pronti a schierarci con i sindaci della provincia di Ancona per impedire il ritorno dell’invasione. – annuncia il senatore Matteo Salvini – Il governo non pensi di riempire l’Italia di clandestini, facendo ripartire un business miliardario, alle spese dei cittadini. Sindaci e governatori della Lega diranno di no». Secondo le disposizioni ministeriali, la prefettura di Avellino dovrà prendere contatti con i tre Ufficio territoriali del Governo per concordare la tempistica sulla movimentazione dei migranti. Saranno anche interessate le forze dell’ordine per assicurare che il loro trasporto sia garantito in sicurezza e che la lista delle persone da trasferire sia accompagnata da certificazione medica che attesti le condizioni di salute degli stessi.

Decreto sicurezza e richiedenti asilo, un incontro pubblico

La Regione Marche capofila del progetto Migrant.net

Accoglienza richiedenti asilo: Osimo rinnova l’adesione ai progetti Sprar

Vertice in prefettura sui migranti: 28 comuni pronti all’accoglienza

Migranti, vertice in Prefettura: accoglienza in 20 Comuni della provincia di Ancona

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X