facebook rss

Jp Industries, i sindacati
chiedono incontro al Mise

FABRIANO - In attesa di analizzare il piano di ristrutturazione aziendale vanno salvaguardati gli impatti occupazionali e sociali. Le segreterie nazionali e regionali di Fim, Fiom e Uilm ricordano che la cassa integrazione scadrà a dicembre 2019
Print Friendly, PDF & Email

 

Chiesta la convocazione di un incontro urgente al Mise per la Jp Industries. In ballo c’è la scadenza a fine anno degli ammortizzatori sociali di circa 600 lavoratori tra Marche e Umbria. A sollecitare il vertice sono state le segreterie nazionali e regionali (Marche e Umbria) di Fim, Fiom e Uilm che hanno inviato al capo di gabinetto del Ministero dello sviluppo Giorgio Sorial  una lettera con la quale chiedono la fissazione di una data per il confronto per salvaguardare gli impatti occupazionali e sociali in previsione dell’imminente presentazione del piano concordatario da parte dell’azienda. Sul futuro dei lavoratori pesano tante incognite. Tanti punti interrogativi e dubbi che solo l’analisi del piano di ristrutturazione aziendale potrà fugare. Un piano, che secondo le sigle sindacali, non potrà non tener conto del mantenimento dei livelli occupazionali. In quest’ottica la proroga degli ammortizzatori sociali va considerata una priorità da perseguire subito perché la cassa integrazione scadrà a dicembre 2019.

Jp Industries, i sindacati chiedono un incontro urgente

JP Industries, la Fiom torna a chiedere il tavolo di crisi regionale permanente

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X