facebook rss

Nelle Marche 750 scomparsi ,
un concerto per non dimenticare

MACERATA - L'evento, organizzato dall'associazione territoriale "Penelope Marche Onlus", si svolgerà domenica 15 dicembre alle 18 al teatro di Villa Potenza. Sarà ricordato anche l'anniversario della morte di Eraldo Isidori, papà del piccolo Sergio, mai ritrovato dal 1979
Print Friendly, PDF & Email

 

Eraldo Isidori, venuto a mancare il 16 dicembre 2018

Un concerto di Natale dedicato alle famiglie delle persone scomparse e al ricordo di Eraldo Isidori che ha fatto di tutto per ritrovare il figlio Sergio, scomparso nel 1979 e mai rintracciato. Eraldo è morto il 16 dicembre 2018.
Ad un anno di distanza, l
‘associazione territoriale “Penelope Marche Onlus”, in collaborazione con la pro loco di Villa Potenza, ha organizzato l’evento per domenica 15 dicembre, alle 18 al teatro di Villa Potenza. Il concerto sarà un’occasione di condivisione e di felicità in vista del Santo Natale, ma contemporaneamente un momento per non dimenticare sia le persone scomparse di cui non si hanno più notizie, che le loro famiglie che vivono sulla propria pelle questo dramma.

Giorgia Isidori, presidente dell’associazione Penelope Marche

Secondo i dati forniti dall’ufficio commissariale per le persone scomparse, al 30 giugno 2019 nel nostro paese sono da rintracciare quasi 60mila persone. Nelle Marche, in particolare, ne mancano all’appello 750. Il concerto si avvale della preziosa presenza del coro Pueri Cantores “D. Zamberletti” di Macerata, diretto dal maestro Gian Luca Paolucci, con accompagnamento al pianoforte del maestro Annarosa Agostini. Sarà presente anche Allì Caracciolo, che darà lettura di alcune poesie, tra cui “Goccia” scritta da Giorgia Isidori. L’opera è stata premiata in occasione della sesta edizione del Concorso Internazionale di Poesia, Prosa e Arti Figurative organizzato dall’associazione culturale no profit “La Finestra Eterea”, iniziativa che si avvale del patrocinio del comune di Cinisello Balsamo e della città metropolitana di Milano.

La poesia, inserita nella sezione “poesia singola”, nasce e si sviluppa dopo la morte di Eraldo Isidori: «Ho materializzato la perdita di mio padre – sottolinea la figlia Giorgia – come una presenza, la goccia che scava l’anima è lui». La poesia scivola nel ricordo della scomparsa di Sergio e si chiude lasciando nel lettore buoni intenti. Questa la motivazione conferita alla poesia “Goccia” a firma del presidente dell’associazione no-profit, Rosario Medaglia: «Tutto poggia su pilastri che sembrano eterni poi…il crollo e anche le parti inossidabili vengono aggredite e anche l’anima».

Il coro dei Pueri Cantores “D. Zamberletti”

Il concerto si snoderà attraverso un repertorio perlopiù natalizio. A presentare la serata la giornalista Paola Olmi. L’evento ad ingresso gratuito si inserisce appieno nella settimana dedicata proprio agli scomparsi. Il prefetto Giuliana Perrotta, commissario straordinario del governo per le persone scomparse, infatti, ha proposto la giornata del 12 dicembre come occasione ed incontro dedicato alla tematica in questione, al fine di poter avviare un sano e costruttivo confronto tra istituzioni ed organismi del volontariato per attuare sempre più efficaci azioni di intervento. Il 12 dicembre è dedicato al ricordo di una donna e mamma di due bambini, di cui, da più di venti anni, si sono perse definitivamente le tracce. Per l’occasione, l’associazione è stata invitata a prendere parte a vari incontri operativi predisposti dalle prefetture delle Marche.

Giornata nazionale degli scomparsi: Comitato sicurezza riunito in Prefettura

</

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X