facebook rss

Nuova luce sulla città:
c’è il bando per il progetto
di illuminazione del waterfront

ANCONA – Tassello importante nell'iter per i lavori che ridisegneranno, con 350 punti luce a basso consumo, il profilo dorico dal porto al centro storico. L'appalto riguarda il lotto delle aree di ambito urbano (1.860.000 euro), mentre quelle portuali saranno oggetto di un secondo lotto
Print Friendly, PDF & Email

di Martina Marinangeli

Un nuovo profilo per la terrazza privilegiata sull’Adriatico, con una luce che dal porto antico correrà fino al cuore storico della città, ridisegnando il profilo della porzione più suggestiva di Ancona. Con determina 2758 è stato dato l’ok al bando di gara per l’affidamento dell’appalto dei lavori di illuminazione del waterfront – importante tassello di quell’imponente puzzle chiamato ‘Piano strategico Iti Waterfront 3.0’ volto a ridefinire il rapporto tra il capoluogo ed il suo mare –: 350 punti luce a basso consumo energetico, predisposti per l’accesso wifi e, in alcune aree sensibili, dotati di telecamere di videosorveglianza. 

L’intervento di nuova illuminazione del Frontemare – dal valore di 2 milioni e 260mila euro, di cui 1.860.000 a carico del Fesr 2014-20 e 400mila dell’Autorità di Sistema Portuale – si estende lungo l’intero arco portuale che da Porta Pia arriva fino alla base della Lanterna, passando anche per Mole, Guasco e corso Mazzini, ma il bando riguarda solo le aree di ambito urbano (base di gara: 1.860.000 euro), mentre quelle di ambito portuale di competenza del demanio marittimo saranno oggetto di un secondo lotto. L’appalto ha una durata di 262 giorni naturali e consecutivi a partire dal verbale di consegna dei lavori. La nuova illuminazione interesserà, nello specifico, un percorso che dalla lanterna si snoda fino a piazza della Repubblica, e di lì corre verso Porta Pia, interessando anche il Duomo, Santa Maria della Piazza, Loggia dei Mercanti, Arco Clementino e Arco di Traiano e la via Maestra, da piazza del Senato a piazza della Repubblica. Oltre alla riduzione dei consumi energetici – si tratta infatti di punti luce ad alto risparmio e durata, con notevole riduzione dell’inquinamento luminoso –, il vero obiettivo a cui punta la giunta Mancinelli è quello di valorizzare quest’area, che risulterà totalmente trasformata quando tutte le componenti del Piano strategico saranno realizzate. L’Iti waterfront 3.0 vede la partnership di Comune, Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico centrale, Soprintendenza, Università Politecnica delle Marche, che si sono messi in rete per realizzare un progetto da 6,32 milioni di euro totali di finanziamento e prevede, tra le altre cose, anche il restyling di piazza Dante ed un punto Iat a palazzo degli Anziani, di recente restaurato nei piani inferiori.

Una nuova luce sulla città: via libera al progetto di illuminazione del waterfront

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X