facebook rss

Illuminazione waterfront, Bora:
«E’ la prova della capacità
di investire i fondi europei»

ANCONA - L’assessore regionale alle Attività Produttive esprime soddisfazione per la forte valenza del progetto finanziato con 2,2 milioni di fondi Fesr
Print Friendly, PDF & Email

L’assessore Bora

 

«Il futuro volto di Ancona, con la nuova illuminazione del Waterfront, ci rende davvero soddisfatti perché è la riprova di due aspetti della massima importanza: i fondi europei e la capacità di spendere queste risorse». Così l’assessore regionale alle Politiche Europee, Manuela Bora, nel commentare la notizia dell’approvazione del progetto esecutivo dell’illuminazione da high tech per esaltare il porto da Porta Pia alla Lanterna, mettendo anche in risalto il Duomo di San Ciriaco, l’Arco di Traiano e l’Arco Clementino. «Avevamo intuito da subito – prosegue l’assessora – la forte valenza dell’intervento legato alla nuova illuminazione del fronte mare ad elevata efficienza energetica, in grado di dare ancor più bellezza a un’area già particolarmente di valore, con notevoli vantaggi anche in termini di afflusso turistico». In tutto la Regione Marche ha fornito circa 6 milioni di euro sposando il progetto di rigenerazione urbana, anche attraverso i fondi Fesr. Solo per il Waterfront è stato stanziato un contributo di 2,2 milioni di euro. «Sono partiti – conclude l’assessora Bora – anche gli altri progetti legati alla strategia di valorizzazione del Waterfront. I risultati si vedranno a breve: si tratta di un percorso che la Regione ha deciso di intraprendere subito all’inizio dell’attuale programmazione europea e che finalmente inizia a dare risultati importanti».

Nuova luce sulla città: c’è il bando per il progetto di illuminazione del waterfront

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X