facebook rss

Centro per l’impiego,
dipendenti al freddo da un mese

JESI - La protesta si alza dopo che le numerose richieste di intervento alla Regione rimaste inascoltate
Print Friendly, PDF & Email

L’ingresso del Centro per l’impiego di Jesi

Senza riscaldamento da un mese. E’ quanto denunciano i dipendenti del Centro per l’Impiego e la Formazione di viale del Lavoro al civico 32, a Jesi. La pazienza, così come le risorse per contrastare le rigide temperature di questi giorni, sta arrivando agli sgoccioli. Al rientro dopo la pausa natalizia, i venti dipendenti si sono ritrovati la stessa situazione di disagio che avevano lasciato. Per cui, in attesa che la Regione accolga le disperate richieste di sollecito per far sistemare l’impianto, i dipendenti sono costretti a ricorrere a rimedi tradizionali come gli strati di maglioni, guanti e sciarpe, stufette elettriche per coloro che lavorano negli uffici. Peggio per gli addetti alle postazioni lungo il corridoio, più esposti al freddo e agli spifferi. Così come per gli stessi utenti che ricorrono al servizio. «Ma non è solo il freddo a farci arrabbiare – dicono i dipendenti – ci sono lunghe file di formiche che cercano qui dentro riparo dalle temperature esterne. Le nostre segnalazioni alla Regione non sono finora servite a nulla. E noi continuiamo a restare al freddo, costretti a lavorare in condizioni molto difficili. Non possiamo andare avanti così per molto».
tafre

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page