facebook rss

Guida l’auto del figlio morto
senza revisione, gli agenti:
«Rispetto di legge e dignità»

OSIMO - Le precisazioni della pattuglia operante
Print Friendly, PDF & Email

La polizia locale di Osimo (Foto d’archivio)

Anziano fermato alla guida dell’auto del figlio morto (con la vettura intestata all’uomo scomparso e senza la revisione), la pattuglia di polizia locale che ha operato precisa che sono state fatte tutte le contestazioni del caso pur con il rispetto umano verso una persona e il suo gravissimo lutto: «Veicolo non sequestrato perché non è previsto in questi casi». «Si precisa che la pattuglia di Polizia locale di Osimo in servizio nel pomeriggio del 5 gennaio ha provveduto, nell’immediatezza del controllo di polizia stradale, alla contestazione, verbalizzazione e notifica delle violazioni emerse rispettando e ottemperando ad ogni obbligo di legge che il ruolo impone. Riservandosi altresì di effettuare ulteriori accertamenti d’ufficio, che non è stato possibile compiere sul posto per mancanza di strumentazione, e qualora emergessero ulteriori violazioni di contestarle e notificarle alla parte entro i termini previsti dal codice della strada. Allo stesso tempo con grande empatia e solidarietà umana l’anziano conducente, in stato di preoccupazione e dispiacere ma desideroso di regolarizzare la sua posizione, è stato tranquillizzato sul fatto che nessuno gli avrebbe tolto la disponibilità del mezzo, privandolo così di un bene per lui più affettivo che materiale, perchè per le violazioni in questione non era previsto il sequestro del veicolo come sanzione accessoria. A dimostrazione che si può coniugare contemporaneamente il rispetto della legge e della dignità umana, tutelando allo stesso tempo anche gli altri utenti della strada con professionalità ma anche con umanità».

Guida senza revisione, agli agenti: «E’ l’auto di mio figlio morto, così lo sento ancora vicino»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X