facebook rss

Meno rifiuti indifferenziati:
+85% raccolta differenziata

CAMERANO è tra i primi Comuni della Regione per i dati positivi sul conferimento
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Continua a calare la quantità di spazzatura indifferenziata nel Comune di Camerano e aumenta la percentuale di raccolta differenziata. «Dalla lettura dei dati del 2019, emerge infatti il dato record dell’85,57% medio annuo di raccolta differenziata che pone il Comune di Camerano tra i primi Comuni della Regione e di conseguenza fra i primi Comuni in Italia.- sottolinea Costantino Renato, assessore all’Ambiente e alla Polizia locale – Da mettere in evidenza le percentuali di raccolta di Agosto e Ottobre 2019 che hanno raggiunto rispettivamente l’89,5% e l’88,8%. Queste percentuali saranno determinanti nella misura di contribuzione dei conferimenti, fissati dalla Regione Marche. Molto significativa è la diminuzione di oltre 105 ton. (-18%) di rifiuto indifferenziato rispetto al 2018 e l’ulteriore aumento della frazione differenziata di 154 ton. (+6%), nonostante sia stato registrato un aumento generale dei rifiuti urbani conferiti di 48 ton. (+1%).

I dati diventano ancora più evidenti se si fa un confronto con l’anno 2010, quando erano ancora presenti i bidoni di prossimità, in quanto c’è stata una diminuzione del rifiuto indifferenziato dell’84% e del 47% sui rifiuti totali conferiti. Nei fatti se si fosse continuato con il sistema di raccolta del 2010, ad oggi si sarebbero prodotte quasi 26.000 ton. di rifiuto in più, pari a circa 2600 viaggi di camion verso gli impianti di recupero, con la conseguenza di avere tariffe più alte per i cittadini e maggiori danni all’ambiente».

La produzione di rifiuti pro-capite del 2019 è di 464 kg di cui 395 kg sono relativi a materiale da portare a riciclo e 68 kg a rifiuto da portare in discarica (dati pro-capite che prendono in considerazione un valore medio pari al totale dei rifiuti rapportato alla popolazione e non al numero e tipologia di utenza). «Questi risultati sono stati possibili grazie all’impegno, alla costanza e al senso civico e di responsabilità di gran parte dei Cameranesi, alcuni dei quali, in diverse occasioni, hanno collaborato attivamente per risolvere situazioni critiche. Ovviamente bisogna anche rendere merito all’Ambito Provinciale dei rifiuti, alla Polizia locale, all’Ecosportello e alla ditta Rieco che con i propri operatori e referenti hanno dato un supporto notevole per la risoluzione di tutte le problematiche che sono emerse durante l’anno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X