facebook rss

Lite nell’azienda di famiglia,
tenta di strangolare la sorella: arrestato

MONTECASSIANO - Un 38enne accusato di tentato omicidio. Per lui disposti i domiciliari con braccialetto elettronico dl Dipartimento di salute mentale dell’ospedale di Macerata
Print Friendly, PDF & Email

 

Foto d’archivio

 

Lite nell’azienda di famiglia, tenta di strangolare la sorella: arrestato. Nel pomeriggio di ieri carabinieri della stazione di Recanati hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Domenico Potetti nei confronti un 38enne di Montecassiano. Per lui l’accusa è di tentato omicidio. I fatti contestati risalgono alla mattina del 29 gennaio. L’uomo si trovava nell’azienda di famiglia, nella zona industriale di Recanati, quando è stato ripreso dalla sorella sulla corretta tenuta della contabilità aziendale. Un ammonimento quella della donna che ha scatenato la furia del 39enne. Prima infatti l’ha aggredita verbalmente, poi le ha stretto le mani al collo per strangolarla. E’ stato un operaio, che aveva assistito alla scena, a intervenire per primo e a evitare che la situazione potesse finire nel peggiore dei modi.  E’ riuscito a liberare la donna e a lanciare l’allarme. Da qui sono scattate le indagini dei militari della Compagnia di Civitanova coordinate dal sostituto procuratore Rosanna Buccini e dal procuratore Giovanni Giorgio che hanno portato all’ordinanza di custodia cautelare eseguita ieri.  Per l’uomo, già afflitto da problemi psichici e seguito da specialisti, sono stati disposti i domiciliari con braccialetto elettronico dl Dipartimento di salute mentale dell’ospedale di Macerata.

</

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X