facebook rss

Giovane trovato morto in un campo
«E’ stato accoltellato alla schiena»

CHOC A PORTO SANT'ELPIDIO - La vittima è un romeno di 31 anni. A lanciare l'allarme all'alba di stamattina un passante. Si indaga per omicidio
Print Friendly, PDF & Email

 

Il luogo della tragedia

di Giorgio Fedeli e Pierpaolo Pierleoni (foto Simone Corazza)

 

Shock questa mattina, all’alba, a Porto Sant’Elpidio dove un ragazzo di 31 anni, di origini rumene, è stato trovato senza vita nelle campagne elpidiensi, in via Pescolla. La vittima è Mihaita Radu, 31enne di origini rumene ma residente a Porto Sant’Elpidio. Un giovane che in questo periodo stava collaborando con la Croce verde Porto Sant’Elpidio dove si era subito fatto ben volere dai compagni militi. 

Mihaita Radu

Per i carabinieri si tratta di omicidio. Il giovane, infatti, aveva diverse delle coltellate alle spalle. A lanciare l’sos un passante che dopo aver notato quel corpo senza vita tra l’erba, a pochi metri di distanza dall’asfalto, dove oltretutto vi era una vistosa chiazza di sangue, ha subito richiesto l’intervento delle forze dell’ordine e, non sapendo ancora che per il giovane non c’era ormai più nulla da fare, anche dei sanitari. E così la centrale del 118 di Ascoli Piceno, ha subito allertato sanitari e militari dell’Arma. Ma quando questi sono arrivati sul posto non è restato altro da fare che constatarne il decesso. La vittima risiedeva in città e non si esclude che possa essere stato uccisa altrove e poi il suo corpo abbandonato in via Pescolla.

I carabinieri stanno cercando di fare rapidamente luce sul tragico ed inquietante fatto di sangue. Perché quel giovane è stato accoltellato alle spalle? Di chi è la mano che ha sferrato i fendenti e a che ora è spirato? Chi ha abbandonato il suo corpo nel campo lungo via Pescolla? Al vaglio degli inquirenti anche qualsiasi filmato di videosorveglianza, pubblica o privata, che possa fornire dettagli o elementi in più, oltre a quelli già raccolti dagli investigatori dell’Arma, utili alle indagini. Carabinieri che hanno subito fatto scattare una massiccia caccia agli assassini. Perlustrazioni intorno all’area dove è stata rinvenuta la salma, con un perimetro di diversi chilometri, e posti di controllo da Porto Sant’Elpidio a Pedaso. Lungo la statale Adriatica decine le auto dei carabinieri, tra militari delle stazioni e Radiomobile. Auto dell’Arma anche nelle vie perpendicolari e adiacenti alla ss16 con le ricerche estese anche alle province limitrofe.

(ultimo aggiornamento alle ore 12.30)

</

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X