facebook rss

Autovelox Falconara,
nuovi ricorsi accolti
dai giudici di pace

IL CODICE della strada è stato applicato alla lettera nelle sentenze, oltre alle relative direttive ministeriali, secondo l'orientamento sostenuto dal Comitato che tutela i ricorrenti
Print Friendly, PDF & Email

L’autovelox di Falconara, spento da ottobre 2019

 

 

Ieri mattina i giudici di pace di Ancona, Lorena Volpone e Vincenzo Rattenni, hanno emesso una ventina di sentenze favorevoli ai ricorrenti multati dall’autovelox sulla Ss 16 di Falconara per aver superato i 70 km/h. Multe da annullare, come la decurtazione dei punti. «La novità è che finalmente il giudice ha applicato alla lettera il codice della strada e le relative direttive ministeriali come ha sempre sostenuto il comitato» fa sapere il Comitato per il rispetto del Codice della Strada che ha sostenuto molti ricorrenti con il patrocinio dell’avvocato Donatella Baleani. L’avvocato  Italo D’Angelo ha, invece, tutelato i ricorrenti in rappresentanza di Acu Marche. «In pratica il giudice Volpone sostiene con le ultime sentenze, che l’utente della strada da qualsiasi direzione provenga sia da Castelferretti che da Senigallia le multe sono nulle. . prosegue la nota del Comitato per il Rispetto del Codice della Strada – Proprio da Senigallia si era aperto un confronto poiché le prime decisione parlavano di multe regolari per chi proveniva da quel tratto di strada, ma il Giudice ha chiarito che è vero che il segnale dei 70 km sta a circa 1200 metri dalla postazione, ma dopo l’intersezione il segnale va ripetuto per cui la distanza va presa da quest’ultimo che sta a circa 800 metri». L’avvocato

‘Turnover’ sulla Variante: via l’autovelox, arriva il safety tutor

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page