facebook rss

Accertamenti Tari, il sindaco:
«Nessun invio massivo degli avvisi»

OSIMO -In questa fase di emergenza Codiv 19, le Liste civiche hanno chiesto di sospendere la spedizione della cartelle. Simone Pugnaloni replica spiegando che i dati si riferiscono al 2019 e annuncia che potrebbe prorogare la scadenza del pagamento della tassa rifiuti
Print Friendly, PDF & Email

 

Avvisi accertamenti Tari, «un chiarimento è dovuto» sottolinea il sindaco Simone Pugnaloni nel replicare ai consiglieri di minoranza delle Liste civiche che ieri hanno chiesto la sospensione dell’invio delle cartelle in questa fase di emergenza-Coronavirus. «Il Comune di Osimo nel corso del 2020 non ha inviato nessuna cartella Tari. – scrive il primo cittadino di Osimo – I dati apparsi sulla stampa fanno riferimento all’attivita’ di fine anno ben conosciuta da tutti, dibattuta politicamente e che ha portato i buoni frutti dell’abbattimento negli ultimi due anni del 8% della tassa rifiuti per tutti. Ad oggi nessun altra attivita’ di accertamento massiva è stata effettuata. Come altri colleghi sindaci hanno gia’ annunciato, in attesa dell’approvazione del bilancio di previsione ed in attesa della nuova tariffa Tari disposta dall’Area (authority nazionale) che uniformera’ i criteri su tutta Italia, anche il Comune di Osimo e’ nella possibilita’ di prorogare la scadenza del pagamento della Tari che è imminente vista la situazione di eccezionalita’ in cui versa l’Italia».

Covid 19, Liste civiche: «Il Comune sospenda l’invio degli accertamenti Tari»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X