facebook rss

Posti di blocco ed elicottero in volo:
decine di multe staccate
Chiusi tre negozi irregolari (Foto/Video)

L'ESITO dei controlli eseguiti a Pasqua e Pasquetta dalle forze dell'ordine per il rispetto del decreto 'Io resto a Casa'. Un automobilista, alla vista dei carabinieri, ha arresto la corsa e ha fatto inversione a U. E' stato fermato dopo un inseguimento sulla statale
Print Friendly, PDF & Email

Un posto di blocco sulla statale

 

Controlli a tappeto sulle strade della provincia, territorio presidiato anche dall’alto grazie all’elicottero della polizia. Decine le multe staccate dalle forze dell’ordine, tre i negozi irregolari fatti chiudere perchè inottemperanti alle norme anti-Covid disposte da Governo e Regione. Tra Pasqua e Pasquetta sono stati organizzati molteplici posti di blocco nelle arterie principali di Ancona e Falconara. Solo ieri, i carabinieri della Compagnia di Ancona hanno 30 sanzioni, la maggior parte delle quali commesse a bordo dell’auto. Il trend della Pasquetta pare essere già sulla stessa media, considerando che nella sola mattinata di oggi sono già state elevate una quindicina di sanzioni. Setacciati anche gli autobus: sempre questa mattina, a bordo della linea Conerobus, sulla tratta Falconara – Montemarciano, all’altezza della raffineria Api, sono state elevate tre contestazioni a carico di altrettanti cittadini stranieri, sorpresi a spostarsi in assenza di giustificato motivo (le sanzioni sono state maggiorate perché commesse a bordo di veicolo). Inoltre, circa una decina di utenti sono stati invitati ad abbandonare la corsa perché sprovvisti di regolare biglietto.

L’esercito al Passetto

Ed ancora, nel corso del posto di blocco organizzato sabato sulla statale, in all’altezza di Fiumesino, il conducente di una Golf, ha pensato bene di invertire la  marcia quando ha visto il dispiegamento dei militari: ne è scaturito un brevissimo inseguimento che si è concluso all’altezza dell’incrocio con la Clementina. L’uomo, 54 anni, si era allontanato dalla sua abitazione a Chiaravalle con l’intento di fare spesa all’Eurospin di Falconara ma, alla vista dei controlli, immaginando di essere in difetto, ha pensato bene di compiere una inversione a U sulla statale, nel goffo tentativo di eludere il checkpoint. Per lui la giornata si è conclusa con una sanzione da 533 euro per essersi spostato al di fuori del proprio comune senza giustificato motivo, con la contestuale decurtazione di 8 punti sulla patente ed un’ulteriore multa da 335 euro.
Anche gli esercizi sono stati sottoposti ad accurati controlli: a Falconara Marittima, i carabinieri della locale Tenenza hanno sospeso 2 attività commerciali in pieno centro città. Si tratta di un alimentari etnico, in via Flaminia, che sabato sera è stato controllato dai militari mentre all’interno del locale vi permanevano quattro persone tra cui 2 titolari e 2 clienti  (la normativa attuale impone infatti un massimo di 2 lavoratori e 1 solo cliente, per le attività commerciali di metratura inferiore a 40 metri quadri). Nei guai anche un altro esercizio di frutta e verdura, in via XX settembre: è stato sanzionato per il mancato rispetto della chiusura imposta dalla Regione Marche con la quale il presidente Ceriscioli ha imposto  la sospensione di tutte le attività di vendita alimentare, anche di prima necessità, nelle giornate del 12, 25 aprile e 1° maggio. Ad entrambi gli esercizi il comando falconarese ha imposto una chiusura di 5 giorni e una sanzione che va dai 280 fino a 400.

La Polizia sulla Flaminia

 

Serrati anche controlli della polizia messi in campo dalla questura di Ancona, anche con l’ausilio dell’elicottero.  Sotto la lente d’ingrandimento degli agenti, i punti strategici di ingresso ed uscita della città presidiati da pattuglie che hanno proceduto al controllo di decine di persone ed autovetture. Nove le persone sanzionate fino a questo primo pomeriggio,  tra cui 5 a bordo di auto. Varie le motivazioni delle sanzioni, perlopiù dovute alla mancanza dello stato di necessità dichiarato dall’utente. È il caso di un anconetanoche, con tanto di cane al seguito ed in auto, è partito dalla sua a abitazione sita nel quartiere Brecce Bianche per andare a comprare il giornale in via Matteotti nella sua edicola di fiducia. Nella rete è finito anche il titolare di un negozio di vicinato degli Archi che, ieri pomeriggio, è stato sanzionato insieme a due suoi clienti in quanto era aperto con tavolini e sedie all esterno non osservando il rispetto del l’ordinanza  della Regione Marche. Gli agenti, dopo le contestazioni, hanno proceduto alla chiusura immediata dell’esercizio. In campo, per il presidio del territorio, anche la polizia locale di Ancona (che ha monitorato soprattutto gli accessi alle spiagge e a Portonovo) e l’esercito.

(fe.ser)

(foto di Giusy Marinelli)

 



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X