facebook rss

Raid vandalico al Panettone:
estintori svuotati e vetri rotti
«Danni per migliaia di euro» (Foto)

ANCONA - I vandali hanno lasciato alcune impronte sopra la polvere dei tanti dispositivi d'emergenza aperti all'interno dell'impianto sportivo. Piedi piccoli che farebbero presupporre il passaggio di una baby gang. Potrebbe essere la stessa, per il modus operandi, che ha colpito la sede del Ponterosso Calcio e, lo scorso maggio, i campi di padel del centro Uisp di Varano
Print Friendly, PDF & Email

Gli atti vandalici al Panettone

 

di Alberto Bignami

Migliaia di euro di danni. I vandali non si sono risparmiati quando hanno preso d’assalto la struttura del Panettone, nella serata di martedì, innescando anche la rabbia della sindaca Valeria Mancinelli che in un post su Facebook ha definito gli autori «quattro sfigati» pubblicando la foto di una delle porte della struttura, con l’oblò di vetro frantumato probabilmente da un grande masso.  I vandali non si sono però fermati qui ma sono anche entrati nell’impianto sportivo della Uisp, sempre nel complesso del Panettone, facendo l’inferno.«Hanno svuotato tutti gli estintori che avevamo, spargendo la polvere sul campo da pallavolo – ha raccontato questa mattina il presidente del comitato Uisp Ancona, Giovanni Barone – e messo a soqquadro tutte le stanze, spogliatoi e magazzini inclusi». Sulla polvere che imbianca il campo da gioco, sono però rimaste ben visibili anche delle impronte. «Sembrano di piedi piccoli – ipotizza Barone –, appartenenti a ragazzini e, in alcuni casi, anche di ragazzine per la forma della scarpa». Il blitz al Panettone di via Maestri del Lavoro è stato messo in atto nella serata di martedì, così come quello ai danni della sede del Ponterosso Calcio, nella vicina via Ruggeri dove il modus operandi è stato lo stesso. In entrambi i casi, i vandali sono entrati dopo aver divelto le porte di ingresso facendo poi distruzione ovunque, una volta all’interno. «Hanno aperto gli armadi e tirato fuori e poi lanciato tutto quello che vi era contenuto – riprende Barone – spaccando tutto quello che si poteva rompere. Un episodio simile è avvenuto poco più di un mese fa, subito dopo il lockdown, al nostro centro di Varano dove abbiamo il campo da padel. Ci distrussero tutte le vetrate». Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno effettuato un primo sopralluogo in attesa che sul luogo vadano anche gli uomini della polizia Scientifica che hanno già esaminato e repertato quelli che possono essere elementi utili alle indagini, trovati nella sede del Ponterosso Calcio. Di sicuro sembra non trattarsi di ladri alla ricerca di qualcosa di prezioso o di soldi, ma di vandali che hanno voluto devastare qualcosa. Le indagini verranno dunque svolte per individuare gli autori anche se «purtroppo – dice Barone – qui non vi sono telecamere».
Gli investigatori dovranno dunque basarsi sulle tracce lasciate da quella che, al momento, sembrerebbe essere una baby gang.

Gli atti vandalici al Panettone

Gli atti vandalici al Panettone

 

Vandali scatenati tra furti e danni, la condanna del sindaco: «Atti delinquenziali di quattro sfigati»

Vandali al centro Uisp di Varano: spaccate le vetrate del campo da padel (Foto)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X