facebook rss

Ripulito l’angolo discarica al Parco Belvedere

ANCONA - Dopo il degrado immortalato domenica, la Direzione Ambiente e Verde pubblico comunale si è subito attivata per inviare gli operatori di AnconAmbiente nell’area che ha l'affaccio su Marina Dorica
Print Friendly, PDF & Email

L’area verde ripulita

 

di Giampaolo Milzi

Prima e dopo nel giro di un giorno, pulizia rapida quella nella zona sgambatoio, riservata ai cani, al Parco Belvedere di Posatora. Dopo il degrado immortalato domenica (e riportato ieri in questo articolo), la Direzione Ambiente e Verde pubblico comunale si è subito attivata per inviare gli operatori di AnconAmbiente già stamattina nell’area perimetrale della bella spianata erbosa e alberata. E hanno raccolto e portato via per il corretto smaltimento materassi, coperte, stracci, sacchi di plastica, bottiglie di vetro e lattine che infestavano un grosso lastrone di cemento. Trasformato da parecchi giorni dai soliti ignoti, che probabilmente non conoscono i concetti di ecologia e di educazione civica, in una postazione-bivacco dove sdraiarsi, dormire o semplicemente sbevazzare soprattutto al calar delle ombre della sera. Restituito quindi in pieno l’effetto di vista panoramica da cartolina per chi si spinge in quel punto per ammirare il panorama del golfo dorico, col colle Guasco e San Ciriaco, lo scalo marittimo e subito sotto l’area da diporto turistico di Marina Dorica.  Ennesima operazione da parte della Direzione Ambiente e Verde municipale, che interviene in particolare in tutti i casi in cui i “pirati del’abbandono” di rifiuti ingombranti producono vere e proprie discariche, in varie zone della città, dove anche recentemente sono state piazzati per strada i vecchi interni di arredo di intere camere di appartamento.  Altro punto sensibile e a rischio per la brutta abitudine di abbandoni di grandi quantità di rifiuti di grosso peso, il parcheggio vicino all’ex scuola De Bosis all’incrocio tra la fine della discesa di via Pergolesi (ex strada del Gas) e via Marchetti. Tanto che, dopo diversi interventi, da tempo la Direzione Ambiente ha piazzato dei meccanismi fotografici “trappola” in grado di cogliere sul fatto le persone che si disfano di ingombranti a volte scaricandoli da camioncini.

Discariche a cielo aperto da Posatora agli Archi: «Emergenza cronica inaccettabile»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X