facebook rss

Spaccata notturna al Bar Franco:
arrestato ladro solitario
Raid anche in un ristorante (Foto)

ANCONA - In manette un 29enne della provincia di Foggia, bloccato dalla polizia mente era all'interno dell'attività di via Palestro intento a raccogliere i soldi delle slot e del fondo cassa. L'altra notte, colpo alla Mezza Luna di via Oberdan: portati via soldi e prodotti alimentari
Print Friendly, PDF & Email

La slot scardinata dal ladro e indicata da Massimo Rossi

 

Scardina la finestra e riesce ad intrufolarsi all’interno del Bar Franco, in via Palestro. Poi, fa man bassa di monete, recuperandole sia da una slot machine che dal fondo cassa. A impedire la fuga con la refurtiva è stato l’intervento della polizia. Il ladro è stato bloccato questa notte, attorno alle 3,30, mentre ancora si trovava all’interno dell’attività gestita da oltre vent’anni dal responsabile Massimo Rossi. In questura è stato portato un 29enne originario della provincia di Foggia, arrestato per furto aggravato. Questa mattina il giudice ha convalidato l’arresto e disposto per il pugliese – difeso d’ufficio dall’avvocato Andrea Rossolini – il divieto di dimora nel comune di Ancona. Stando a quanto ricostruito, armato di  cacciavite, il ladro è riuscito ad entrare dopo aver preso a calci e scardinato la finestra anti-sfondamento che si trova vicino alla porta principale del bar. Il vetro si è incrinato, ma non completamento rotto. Una volta dentro ha forzato una slot machine, prendendo circa 500 euro di monete. Poi, il fondo casa. Mentre era in cucina, forse intento a cercare altro bottino, sono arrivate le Volanti della questura. L’allarme era stato lanciato da un passante che aveva sentito dei rumori e, probabilmente, visto la finestra divelta. Nella notte, ignoti (oppure lo stesso 29enne, sono in corso accertamenti) hanno provato ad intrufolarsi al ristorante orientale Hanami, sempre in via Palestro.  L’altra notte, invece, il colpo è riuscito al ristorante La Mezza Luna di via Oberdan. I ladri sono passati da una porta laterale che dà su via Monina. Hanno prima aperto la saracinesca, poi sfondato una veneziana, aprendo un varco piccolissimo. Da lì, per entrare, hanno sfondato, probabilmente a mani nude, una parte di parete in cartongesso. Sul pavimento e su un tavolino sono state trovate tracce ematiche, segno che i banditi si sono feriti durante il raid. I titolari (l’attività è gestita da cinque anni da Maria Antonietta Rutigliano e a conduzione familiare) si sono accorti del furto ieri mattina, quando hanno aperto il locale. Hanno trovato la tv nuova di zecca da 55 pollici scaraventata a terra, rotta. Era appesa alla parete e l’ipotesi è che i banditi abbiano provato, senza riuscirci, a portarsela via. Tra le refurtiva, vari prodotti alimentari, tra cui formaggi, salumi e bottiglie di alcolici. I ladri avevano già colpito nel 2018, la notte di San Valentino. Anche in quel caso, erano state portate vie le leccornie, alcune delle quali preparate per la cena più dolce dell’anno.

(fe.ser)

La finestra rotta del Bar Franco

La veneziana del ristorante La Mezza Luna

I danni alla parete in cartongesso

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X