facebook rss

Parcheggio, nuovo palascherma e parco:
il Comune permuta beni per realizzarli

JESI - La giunta ha deliberato di acuisire tre aree, secondo le stime degli uffici tecnici comunali, che hanno un valore complessivo di 532 mila euro, dando in cambio l’area edificabile di Via Appennini Bassa destinata ad edilizia residenziale sociale con un conguaglio di 100mila euro
Print Friendly, PDF & Email

 

 

«La Giunta ha dato disposizione all’Area Servizi Tecnici di predisporre gli atti da sottoporre in Consiglio comunale per l’acquisizione di tre distinte aree private da destinare a interventi pubblici dando in permuta un’area edificabile ed un conguaglio in risorse economiche». Lo comunica con una nota il Comune di Jesi. Le aree private sono distribuite in tre distinte aree della città. La prima è l’ex circolo sociale di Via Garibaldi, oggi poco più di un rudere, che sarà trasformato in parcheggio pubblico a beneficio dei residenti della zona e dei clienti delle varie attività commerciali e di servizi qui presenti. La seconda è un terreno in Via delle Nazioni di poco meno di un ettaro, attiguo agli impianti sportivi di Via Tabano, anch’esso urbanisticamente destinato ad area sportiva e che verrà utilizzato per realizzare il nuovo palascherma ora che sono stati confermati i finanziamenti di Coni, Regione e Provincia per la costruzione dell’impianto. Terza area oggetto di permuta è l’ampio fazzoletto di verde compreso tra Via San Marco e Via Rinaldi, davanti al convento delle suore di clausura della chiesa di San Marco che sarà ripulito e trasformato in un parco aperto al pubblico, non escludendo di destinare una parte marginale all’ampliamento della viabilità sulla stessa Via San Marco. «Le tre aree, secondo le stime degli uffici tecnici comunali hanno un valore complessivo di 532 mila euro. – aggiunge il comunicato – La Giunta, nel manifestare l’interesse all’acquisizione, ha proposto alle ditte proprietarie degli immobili – la Edilgeca, la Arianna e la G.I. – una permuta con l’area edificabile di Via Appennini Bassa destinata ad edilizia residenziale sociale di circa 2.800 mq. per un valore di 432 mila euro, più 100 mila euro a titolo di conguaglio. L’area in oggetto è della ProgettoJesi in fase di retrocessione al Comune). Gli uffici tecnici comunali, una volta acquisita l’accettazione delle proprietà della proposta formulata dalla Giunta, predisporranno l’atto da sottoporre al Consiglio comunale».

Riqualificazione del ponte San Carlo e acquisto del Palascherma: formalizzato l’ok della Provincia

Nuovo Palascherma, il Club Scherma pronto ad offrire il suo contributo

Ponte San Carlo e nuovo palascherma, il sindaco: «Riconosciuto il valore di Jesi»

Ponte San Carlo, arrivano i fondi regionali Bora: «Va ricostruito quanto prima»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X