facebook rss

Appello di Salvini ai marchigiani:
«Fatevi avanti per dare una mano
Il modello vincente è quello dei sindaci»

ELEZIONI 2020 - Il leader della Lega ha incontrato a Castelfidardo il nuovo governatore Francesco Acquaroli. «Le Marche dopo decenni hanno deciso un cambiamento. Per governare bene avremo bisogno non di decine ma di centinaia di persone. Ci aspettano non 5 ma dieci anni di impegno. Il primo gap da superare è quello delle infrastrutture». Alle 15 è atteso a Macerata per incontrare il neo sindaco Sandro Parcaroli
Print Friendly, PDF & Email
Matteo Salvini a Castelfidardo

Da sinistra: Francesco Acquaroli, Matteo Salvini, Riccardo Augusto Marchetti

 

«Per governare bene questa terra serviranno centinaia di persone, quindi faccio un appello ai marchigiani a farsi avanti, anche se non hanno esperienza politica ma ne hanno magari nel volontariato, in ambito professionale, di lavoro, di vita». A dirlo Matteo Salvini che ha iniziato oggi il suo tour nelle regioni dove si è votato. E lo ha fatto dalle Marche con prima tappa a Castelfidardo. Presenti sia i consiglieri eletti che quelli non eletti, gli onorevoli Giuliano Pazzaglini e Tullio Patassini, il coordinatore provinciale di Macerata, Simone Merlini, e il commissario regionale della Lega, Riccardo Augusto Marchetti. Prima l’incontro con il nuovo governatore, Francesco Acquaroli, poi Salvini si è presentato in conferenza stampa. E lo ha fatto con una battuta sul Milan, squadra per cui tifa, al contrario di Acquaroli che invece è interista.

«Abbiamo parlato di quasi tutto con Acquaroli, tranne che della campagna acquisti del Milan – scherza Salvini -. Ho ritenuto bello partire dalle Marche questo giro per tutte le regioni: dopo decenni hanno deciso un cambiamento e un cambio di passo: con Acquaroli, il centrodestra e una bella squadra. Per me è motivo di orgoglio avere 8 consiglieri della Lega in Regione». Salvini ha voluto che oggi fossero presenti sia gli eletti che i non eletti, e ha spiegato: «Per governare bene questa la terra serviranno non alcune decine ma alcune centinaia di persone. L’appello ai marchigiani è che se vogliono dare una mano si facciano avanti, anche se non hanno esperienze politiche, ma con le competenze che hanno. Ero al Micam lunedì e c’erano tantissimi imprenditori marchigiani che chiedono ascolto e coinvolgimento. Come Lega prosegue la nostra opera di allargamento e coinvolgimento, che è stata premiata dal voto. Ci aspettano non 5 ma dieci anni di impegno – ha detto Salvini -. Ci sono alcuni ballottaggi domenica prossima, a Senigallia saranno presenti per il ballottaggio alcuni esponenti della Lega. Saremo presenti per mille e uno motivi».

  E poi ancora sulla regione: «Metteremo a disposizione gli uomini e le donne migliori che abbiamo. Uno dei gap da colmare è quello infrastrutturale. Fare impresa, agricoltura, artigianato nelle Marche è doppiamente difficile: per le distanze, interruzioni, i mille cantieri. Bene ha fatto Acquaroli a partire dal terremoto, il modello vincente secondo me passa dai sindaci, dal modello Genova, non da commissario, vice commissario. Il modello è: poteri, soldi, capacità di spesa, progettazione, di apertura dei cantieri ai sindaci». Il governatore Acquaroli ha sottolineato: «ho visto una grande squadra in questa campagna elettorale, una grande sinergia e capacità di stare insieme che abbiamo rappresentato a tutti i territori per immaginare una regione diversa, una regione innovativa. Condivido il principio degli eletti e dei non eletti, perché la faccia ce l’abbiamo messa tutti, è giusto ci sia un coinvolgimento anche delle persone che non state elette. Ci prenderemo l’impegno, incarico politico e non solo».

Salvini alle 15 è atteso a Macerata per incontrare il nuovo sindaco Sandro Parcaroli in Comune.

(di Redazione CA)

(Foto e video di Giusy Marinelli)

 

Matteo Salvini a tavola con Acquaroli

 

Il post di Andra Maria Antonini, consigliere regionale eletto ad Ascoli

Matteo Salvini, Francesco Acquaroli e Riccardo Augusto Marchetti con i consiglieri eletti

A sinistra Simone Merlini, coordinatore provinciale Lega a Macerata

L’onorevole Tullio Patassini

A destra Filippo Saltamartini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X