facebook rss

Turismo: un’estate in crescendo
Portonovo ‘regina’
di lombardi ed emiliani

REPORT diffuso dal Comune di Ancona sulle presenze della stagione estiva: giugno col freno tirato, turisti in vistosa crescita nei due mesi successivi. Nel contesto marchigiano, dopo gli anconetani hanno 'affollato' la baia i maceratesi con oltre 1.600 prenotazioni
Print Friendly, PDF & Email

Portonovo il 6 giugno 2020

 

Giugno col freno tirato,  boom di turisti nei mesi successivi, addirittura in crescita (per agosto) rispetto alla scorsa estate nonostante l’ombra del Covid. E’ la fotografia scattata dal report sviluppato dalla Regione Marche e diffuso dal Comune di Ancona sull’andamento delle presenze turistiche nei tre mesi estivi nel capoluogo dorico. Rilasciati anche i dati sulle prenotazioni di iBeach legate alle spiagge di Portonovo. La baia è risultata essere amata, oltre che dai marchigiani, dai residenti dell’Emilia-Romagna e della Lombardia che, complessivamente, hanno superato le 6mila prenotazioni per un posto a Portonovo. Ma presenze si sono avute un po’ da tutte le parti d’Italia. Ma andiamo con ordine, guardando i dati del movimento turistico registrato nel Comune di Ancona con il passaggio nelle strutture ricettive. L’estate non è partita bene. A giugno, per esempio, si sono avute 17.257 presenze in meno rispetto allo stesso mese del 2019: nel 2020 sono state 18.443. A luglio, invece, i turisti registrati sono stati complessivamente 38.024, – 2.557 rispetto all’anno precedente. Una variazione minima, considerando l’ombra del Covid. Ad agosto, addirittura, si sono superati i dati del 2019: si sono infatti avuti 1.915 turisti in più con una variazione positiva del 4,09%. Nel comune di Ancona hanno soggiornato quindi 48.696 ‘forestieri’. Tasto dolente gli stranieri, in calo in tutti e tre i mesi estivi. Per quanto riguarda la prenotazioni su iBeach: l’app è stata utilizzata, come previsto, soprattutto dagli anconetani. I click sono stati 35.127 da parte delle persone residenti in provincia di Ancona. Seguono poi i maceratesi con 1.659 prenotazioni; poi la provincia di Milano (1.267), Bologna (1.072), Pesaro Urbino (919) e Roma (819). Tra le regioni che più hanno effettuato prenotazioni, oltre alle Marche, ci sono l’Emilia Romagna (3.897) la Lombardia (3.012) e  il Veneto (1.893). Ultime posizioni per Sardegna (15), Calabria (9) e Val d’Aosta (8). Le prenotazioni complessive (le ultime due settimane di Ferragosto il servizio di booking era obbligatorio per tutti i giorni e non più solo per il weekend) sono state 51.932.

(fe.ser)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X