facebook rss

Gimbo Tamberi si racconta
a “Giovani e famosi”

TV - Il campione di salto in alto, il 6 ottobre in seconda serata, sarà protagonista della prima puntata del programma di Rai 2 condotto da Alberto D’Onofrio
Print Friendly, PDF & Email

Gimbo Tamberi

Dopo “Giovani e ricchi”, “Giovani e…”, “Giovani e Influencer” torna Alberto D’Onofrio in veste di autore e conduttore con la sua nuova serie di documentari dedicati alle nuove generazioni “Giovani e famosi”, sei puntate da 52 minuti ciascuna in seconda serata su Rai2, a partire dal 6 ottobre. E tra i primi ospiti della prima puntata della trasmissione ci sarà Gimbo Tamberi, il campione mondiale indoor di salto in alto. Con lui nel salotto di D’Onofrio ci sarà anche Deborah Lettieri, in arte Gloria di Parma, l’unica ballerina Italiana del Crazy Horse. Saranno protagonisti dei prossimi appuntamenti gli chef stellati Floriano Pellegrino ed Isabella Potì (secondo puntata), le cantanti Trap Chadia Rodriguez e Luna Melis (terza puntata), la teen idol Nicole Rossi e la sciatrice campionessa del mondo Marta Bassino (quarta puntata), i Q4 e Marta Losito (quinta puntata), la campionessa mondiale di Muay Thai Jleana Valentino e il giovanissimo Chef Valerio Braschi (sesta puntata).

Deborah Lettieri, in arte Gloria di Parma

Le gare di Tamberi sono accompagnate da un grande entusiasmo che lui stesso accende e che arriva dalle tribune dei palazzetti dello sport e degli stadi. Un grave e drammatico infortunio nel 2016 ha bloccato il suo percorso vincente verso le olimpiadi, ma quest’anno ci riprova. Suo padre, Marco Tamberi, campione di salto in alto negli anni 80, è da sempre il suo allenatore. Il loro complesso rapporto (padre-allenatore-figlio…) è alla base dei successi di Gianmarco che da piccolo amava il basket ma suo padre gli aveva consigliato di provare con il salto in alto per portare avanti la tradizione di famiglia (anche suo nonno era un grande atleta di salto in alto). Anche Marco ha avuto un grave infortunio… Nel ritratto il film di una gara di Gianmarco raccontata da vicino e vissuta, salto dopo salto, insieme a lui, anche dal punto di vista della sua fidanzata, sua madre e suo padre. Anche le sconfitte servono per crescere e migliorarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X