facebook rss

Metalmeccanici in sciopero
per il rinnovo del contratto

ANCONA - Presidio di protesta stamattina davanti alla sede di Confindustria indetto da Fim, Fiom e Uilm dopo la rottura delle trattative al tavolo di contrattazione nazionale con la Federmeccanica
Print Friendly, PDF & Email

I manifestanti davanti alla sede di Confidustria Ancona (foto Fiom Ancona)

 

Sciopero generale per il contratto nazionale di lavoro, stamattina con un presidio sindacale dei lavoratori delle aziende metalmeccaniche davanti alla sede di Confindustria Ancona. La manifestazione nazionale è stata indetta da Fim, Fiom e Uilm dopo la rottura delle trattative al tavolo di contrattazione con la Federmeccanica principalmente sul tema del salario. «Approfittando della crisi sanitaria, si sta cercando nuovamente di mettere sotto attacco il contratto nazionale, che invece deve rappresentare l’elemento di tenuta sociale del lavoro. – sottolineano le segreterie territoriali di Fim, Fiom e Uilm – Scioperiamo per rivendicare la difesa dell’occupazione e il rilancio dell’industria, la tutela della salute e della sicurezza, per contrattare e conciliare i tempi di vita e di lavoro, per stabilizzare l’occupazione e combattere la precarieta’, per aumentare il salario e redistribuire la ricchezza prodotta. E’ inaccettabile approfittare dell’emergenza derivante dalla pandemia per non rinnovare il contratto nazionale, soprattutto in una fase in cui molte aziende stanno producendo con carichi di lavoro impressionanti».

I metalmeccanici verso le sciopero generale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X