facebook rss

L’addio a Gennaro Pieralisi:
«L’azienda era la sua vita»

IL RICORDO di Alessandro Leopardi, amministratore delegato del gruppo fondato dell'imprenditore morto a 82 anni. Questo pomeriggio, al Duomo di Jesi, l'ultimo saluto
Print Friendly, PDF & Email

Gennaro Pieralisi

 

Questo pomeriggio al Duomo di Jesi l’ultimo saluto all’ingegner Gennaro Pieralisi, morto lo scorso venerdì all’età di 82 anni. In tanti, nonostante le norme anti Covid che regolano gli ingressi contingentati nei luoghi di culto e gli accessi alle funzioni religiose, hanno atteso l’uscita del feretro nel piazzale antistante la cattedrale jesina, regalando all’imprenditore un ultimo lungo e commosso applauso. Il ricordo di Alessandro Leopardi, amministratore delegato del gruppo:  «Ho conosciuto l’ingegner Pieralisi tanti anni fa, e ho avuto dapprima il timore poi l’immenso piacere e onore di lavorare prima con Lui, in mie precedenti esperienze professionali, e poi per Lui come amministratore delegato di Pieralisi, chiamato due anni fa per affrontare insieme il processo di rilancio dell’azienda.

Alessandro Leopardi

Al di là del suo approccio apparentemente burbero ed austero che, non nascondo, all’inizio mi ha creato qualche difficoltà come penso d’altronde l’abbia creata a molti, standogli accanto ho avuto la possibilità di capire prima, ed apprezzare poi, quanto grande fosse la sua umanità e sensibilità. Mi è stato infatti vicino in alcuni momenti importanti della mia vita e ho avuto il privilegio e l’onore di essergli stato accanto anche io in un momento delicato per la vita dell’azienda e di conseguenza per la sua vita, perché Pieralisi era la sua vita. L’essere stato da lui scelto come persona che prendesse per mano la Sua Azienda, l’avermi dato e dimostrato fiducia è stato per me motivo di enorme orgoglio, anche se, ora più di prima, sento tutto il peso della sua eredità e del suo insegnamento più importante: dare continuità all’azienda riconosciuta Leader nel mondo nel suo settore e farlo in tempi difficili, in condizioni avverse, ma tenendo la barra dritta con l’obiettivo non solo di arrivare in porto, ma di arrivarci mantenendone alto il nome e la reputazione, senza mai essere sazi nella voglia di migliorare.
Ing., così lo chiamavo, continui a vegliare su di noi. Un abbraccio grande».

La morte di Pieralisi, Mangialardi: «Imprenditore geniale e coraggioso»

«Intuito e innovazione, è stato un imprenditore illuminato»

Mondo dell’imprenditoria in lutto: è morto Gennaro Pieralisi

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X