facebook rss

Assestamento del bilancio, Castelli:
«Priorità dettate dall’emergenza»

IL COMMENTO dell'assessore dopo l'approvazione in Consiglio regionale: «Abbiamo voluto dare una prima risposta alle imprese e alle famiglie più direttamente pregiudicate dalla seconda ondata pandemica»
Print Friendly, PDF & Email

 

guido-castelli-1-325x190

L’assessore Guido Castelli

 

Approvato dal consiglio regionale l’assestamento di bilancio, per l’assessore Guido Castelli «la transizione politica e la crisi sanitaria hanno imposto alla Giunta Acquaroli di dover affrontare, in materia finanziaria e contabile, un vero e proprio ingorgo di fine d’anno». Questo perché dopo l’approvazione dell’assestamento «saremo chiamati da subito a costruire la manovra di bilancio per il 2021 per evitare di sconfinare nel cosiddetto esercizio provvisorio – ricorda  -. Già da domani inizieremo la campagna di ascolto tra associazioni e stakeholders per un confronto preventivo sui contenuti strategici da trasfondere nel documento economico di finanza per il nuovo anno. Sarà, quella, anche l’occasione per riferire dei contenuti più significativi della legge di assestamento appena varata dall’assemblea legislativa. Si è trattato di un assestamento prevalentemente tecnico attraverso il quale abbiamo prevalentemente registrato le richieste di adattamento contabile che sono pervenute dagli uffici e dai servizi regionali anche in relazione agli impegni assunti nel corso dell’anno e, quindi, prima del nostro insediamento».

L’assessore, in occasione del dibattito in consiglio regionale per l’approvazione della legge di assestamento di bilancio, prosegue: «Ovviamente, visto il frangente in cui è maturato il provvedimento di assestamento, abbiamo voluto dare una prima risposta alle imprese e alle famiglie più direttamente pregiudicate dalla seconda ondata pandemica. In attesa di una proposta più organica di intervento (che sarà sviluppata in sede di bilancio di previsione per il 2021) abbiamo voluto ampliare le possibilità di credito per le attività economiche colpite dagli ultimi Dpcm, consentire lo scorrimento di alcune graduatorie già allestite in corrispondenza del lockdown e attivare una procedura a sportello per l’erogazione di ristori – precisa Castelli -. A ciò si aggiungano gli interventi di rifinanziamento per le aree di crisi complessa, per il rimborso degli abbonamenti di trasporto scolastico accesi e non goduti e la reintegrazione della provvista finanziaria relativa ai rimborsi delle spese in favore dei malati oncologici. La strategia promossa dal Presidente, in occasione di questa seduta consiliare dedicata anche al rendiconto e al conto consolidato per il 2019, è stata quella volta a “chiudere i conti del passato”  – conclude l’assessore – così da prepararci per le nuove prospettive future. Siamo pronti e pieni di energie per essere all’altezza della responsabilità che i marchigiani ci hanno affidato».

 

Il Consiglio “risparmia” quasi 2 milioni: «Destinati alle urgenze dei marchigiani»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X