facebook rss

Chiusure dei centri e parchi commerciali:
«Negozianti penalizzati dal nuovo Dpcm»

NATALE - Molti store aperti alla Baraccola, chiusi i negozi del Cargo Pier di Osimo e del Grotte Center di Camerano I 20 giorni di stop su 35 previsti nei festivi e prefestivi dalle disposizioni governative «sono una scelta che mette in ginocchio centinaia di imprenditori. Comune e Regione si adoperino per trovare un immediato rimedio» evidenziano le Liste civiche Osimo
Print Friendly, PDF & Email

Il parcheggio del parco commerciale Cargo Pier vuoto

 

Nella giornata festiva dell’Immacolata sono rimasti aperti molti punti vendita e negozi dell’area commerciale della Baraccola di Ancona e dell’Aspio, mentre hanno abbassato le serrande quelli dei centri e dei parchi commerciali di Osimo (Cargo Pier) e Camerano (Grotte Center), fatta eccezione per l’Ikea e altri store come Pittarello, Toys Center, o Trony che non rientrano nelle categorie incluse nei divieti del nuovo Dpcm.

Il parcheggio del Grotte Center di Camerano vuoto come quello del Decathlon

«Cambiano le regole con il Dpcm dello scorso 3 dicembre, il quale permette ai negozi di rimanere aperti fino alle 21 la domenica e nei giorni festivi come, in questo caso, il ponte dell’Immacolata, lasciando però chiusi i centri, parchi o gallerie commerciali sia nei prefestivi che nelle giornate di festa. Ciò significa 20 giorni di chiusura su 35, una scelta che mette in ginocchio centinaia di imprenditori di Centri, Parchi e gallerie commerciali.- ricorda un comunicato delle Liste civiche Osimo – In un momento cosi difficile in termini sanitari, sociali ed economici, quella boccata di ossigeno tanto agognata delle giornate lavorative del periodo natalizio e che valgono la metà di un’intera stagione, diventa una apnea , … e la rabbia dei commercianti sale se poi la regola non vale per tutti!

Ikea Camerano oggi pomeriggio

Due pesi, due misure: commercianti che inermi stanno a guardare i loro competitori che, a pochi metri di distanza, rientrano nel folle decreto e possono restare aperti, con decine di persone in fila in attesa del loro turno per entrare. E alloro ti chiedi perché un grande supermercato con una superficie di centinaia di mq, sito dentro un centro commerciale può restare aperto , mentre altri negozi anche di piccole metrature, devono restare chiusi? Perché un grande rivenditore di elettronica sito dentro un parco commerciale con entrata indipendente esterna deve restare chiuso quando a pochi metri un suo competitori di uguale dimensioni resta aperto?»

Center Toys di Osimo

Ritenendo che molti negozianti siano penalizzati, i movimenti civici di Osimo pur considerando prioritaria  la sicurezza sanitaria, chiedono il governo «a pari opportunità, debba garantire a tutti di poter lavorare, consapevoli della delicata situazione, con l’obbligo del distanziamento, con il pieno rispetto delle regole, altrimenti parliamo di disparità e non di tutela sanitaria. Noi delle liste civiche ci impegneremo e lotteremo al fianco di questi commercianti ingiustamente penalizzati. Chiederemo al Comune di Osimo e alla Regione Marche di adoperarsi affinché si possa trovare un immediato rimedio a questa gravosa situazione».

Mediaworld Ancona oggi pomeriggio

Pittarello Osimo oggi pomeriggio

Centri e parchi commerciali chiusi: blitz della Polizia locale al Cargo Pier

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X