facebook rss

E’ positivo ma partecipa a un funerale:
ora c’è il rischio-focolaio

GROTTAMMARE - L'uomo non ha rispettato la quarantena ed è arrivato sul posto proveniente dall'Abruzzo. Dopo l'arrampicatore di San Marco e l'uomo che passeggiava col cane a San Benedetto, ecco un altro caso. Denunciato dai Carabinieri
Print Friendly, PDF & Email

Prima il quarantenne che faceva un’arrampicata dalle parti di Colle San Marco: era positivo, cadde, si fratturò una gamba e del suo stato se ne accorsero al Pronto Soccorso del “Mazzoni”.

Poi un uomo che a San Benedetto era uscito di casa per i bisognini del suo cane e anche per fare spesa: era positivo e anche la compagna (uscita di casa nel frattempo anche lei) era positiva.

Nel primo caso è arrivata la denuncia da parte della Polizia. Idem nel secondo caso, visto che l’uomo è stato controllato dagli agenti dopo la segnalazione di qualcuno che evidentemente era conoscenza delle sue condizioni.

Stavolta ad essere sanzionato e denunciato è stato un uomo residente in un centro dell’Abruzzo che nei giorni scorsi ha lasciato la sua abitazione per recarsi a Grottammare dove si svolgeva il funerale di un parente.

Un altro pericolosissimo soggetto (anche in questo caso non si tratta di un giovane o giovanissimo) che se ne è altamente infischiato della quarantena e del fatto che la sua presenza in un luogo affollato come un può essere un funerale potesse scatenare un vero e proprio focolaio.

Non a caso, purtroppo, a distanza di alcuni giorni sono già diverse le persone che erano presenti a quel funerale e che sono risultate positive al tampone.

Ad intervenire nei suoi confronti, stavolta, sono stati i Carabinieri.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X