facebook rss

Castelplanio dona i fondi
non spesi per le luminarie
a parrocchie e associazioni

NATALE senza luci, quest'anno in paese. «Le risorse saranno ridistribuite tra le famiglie con disagio economico, altri contributi andranno allo Iom per le cure dei pazienti oncologici e per l'acquisto di saturimetri donati alla Cri» spiega il sindaco Fabio Badiali
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Fabio Badiali

 

 

Niente luminarie natalizie quest’anno a Castelplanio e risorse ridistribuite tra parrocchie e associazioni di volontariato. Lo ha deciso l’Amministrazione comunale per dare un aiuto concreto è chi, insieme all’ente pubblico, è in prima linea per aiutare le famiglie in difficoltà. «Una scelta consapevole – spiega il sindaco Fabio Badiali – che tutti in Giunta abbiamo condiviso, assunta in un particolare momento quando nel nostro territorio comunale avevamo circa 100 persone tra positivi e in quarantena, oltre a bar e ristoranti chiusi. Le parrocchie di San Sebastiano e Santa Maria del Cammino, oltre alla Caritas di zona, sono particolarmente attive nel sostenere le famiglie in difficoltà ed hanno un polso sociale della situazione al pari di quello del Comune. Meritavano pertanto tutte e tre la nostra attenzione ed il nostro sostegno economico. Abbiamo poi ritenuto importante dare un contributo allo Iom- l’Istituto Oncologico Marchigiano di Jesi e della Vallesina – che prende in carico con grande professionalità ed umanità pazienti oncologici, offrendo loro cure e assistenza ancor più importanti in quest’anno di pandemia. Infine abbiamo donato saturimetri alla Croce Rossa che saranno di volta in volta utilizzati dai cittadini sulla base delle necessità stabilite con i medici di famiglia. Grazie alla donazione di un imprenditore – aggiunge il sindaco – abbiamo installato dei fari nel capoluogo e nelle frazioni cercando di dare anche quest’anno un piccolo senso di festa a questo Natale. Ringrazio la Pro Loco per aver addobbato l’albero nel capoluogo e tutte le famiglie che hanno voluto colorare giardini e terrazzi per queste festività. La nostra è una comunità divisa tra capoluogo e frazioni, ma fortemente unita nella solidarietà e nel senso di appartenenza». Nel formulare, a nome dell’intero Consiglio comunale, i migliori auguri di buon Natale ai cittadini e di un 2021 migliore dell’anno che stiamo per lasciare, il sindaco ha raccomandato il rigoroso rispetto delle disposizioni anti Covid, a tutela dei propri familiari e della popolazione tutta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X